Logo ImpresaCity.it

Smau, un convegno sul Programma Operativo Regionale della Lombardia

Durante l’incontro è stato riservato un momento specifico alle esperienze degli Assessorati di Regione Lombardia coinvolti nell’attuazione del POR FESR 2007-2013 Lombardia.

Redazione ImpresaCity

Si è svolto alla presenza di Rosanna Miccichè, Rapporteur della Commissione Europea e di Olivia Postorino, Autorità di Gestione del POR FESR 2007-2013 Lombardia, l’incontro “Innovazione e competitività in Lombardia: il Programma Operativo Regionale”.
L’incontro, moderato dal giornalista di Radio 24 Simone Spetia, ha permesso di conoscere lo stato di avanzamento del POR FESR 2007-2013 Lombardia, di meglio comprendere come gli obiettivi perseguiti dal Programma si integrino con gli obiettivi regionali di sviluppo e ancora di scoprire le prospettive future inerenti la Programmazione 2014-2020. Il Programma Operativo Regionale (POR), predisposto da Regione Lombardia per dare attuazione alle Politiche Comunitarie di Coesione mediante il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR) nell’ambito dell’obiettivo “Competitività regionale e Occupazione”, è stato infatti al centro del dibattito.
All’interno del POR FESR 2007-2013 Lombardia, sono individuate le priorità strategiche d’intervento e gli obiettivi da perseguire nel ciclo di programmazione 2007-2013 e le iniziative da sostenere per rafforzare la competitività e la dinamicità dell’economia regionale e di incrementare la coesione sociale, economica e territoriale.

Il POR FESR 2007-2013 Lombardia si sviluppa su quattro tematiche prioritarie di intervento, articolate in Assi:
Asse 1 - Innovazione ed economia della conoscenza.
Lo scopo dell’Asse 1 è quello di consolidare il posizionamento della Regione Lombardia in termini di competitività e innovazione rispetto alle più avanzate economie europee. Per fare ciò sostiene: gli investimenti in ambito di ricerca e sviluppo innovativo e tecnologico delle imprese lombarde, la crescita collaborativa e innovativa delle imprese,**la semplificazione dei rapporti tra le imprese, il sistema delle conoscenze e la Pubblica Amministrazione ed, infine, gli interventi ICT in zone affette da digital divide.
Asse 2 - Energia.
L’Asse 2 si pone come obiettivo quello di Sostenere: l’incremento della produzione energetica da fonti rinnovabili, lo sviluppo della cogenerazione, la riduzione dei consumi energetici e il miglioramento dell’efficienza energetica.
Asse 3 - Mobilità sostenibile.
L’Asse 3 si pone come obiettivo quello di: incrementare la mobilità sostenibile delle persone attraverso l’integrazione modale e la diffusione di forme di trasporto a ridotto impatto ambientale, implementare le reti infrastrutturali secondarie per un trasporto merci efficiente, flessibile, sicuro e sostenibile dal punto di vista ambientale.
Asse 4 - Tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale.
L’Asse 4 si pone come obiettivo quello di valorizzare il patrimonio culturale e ambientale, attraverso interventi di riqualificazione di aree di pregio naturale e culturale, in modo da favorirne la messa in rete in funzione della fruibilità turistica. A questi Assi se ne aggiunge un quinto, relativo all’assistenza tecnica per l’attuazione del programma.

Il Programma dispone di una dotazione finanziaria pari a 532 Milioni di Euro, costituita da risorse regionali, statali e comunitarie. I dati aggiornati al 30 settembre 2012 evidenziano che le risorse attivate sututti i 4 Assi del Programma corrispondono a 504 Milioni di Euro, pari quindi a circa il 98% della dotazione del POR.
Pubblicato il: 18/10/2012

Tag:

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce