Logo ImpresaCity.it

Kroll Ontrack, i consigli per non perdere i dati delle vacanze

Le alte temperature e gli sbalzi termici possono mettere in pericolo i dati. Alcuni consigli per preservare i propri dispositivi e salvaguardare i propri dati in procinto di andare in vacanza.

Redazione ImpresaCity

E' tempo di vacanze; periodo ideale per immortalare i momenti più belli trascorsi attraverso video o foto scattate grazie a dispositivi quali tablet, smartphone o fotocamere digitali. Una volta tornati a casa, non si vede l'ora di poter condividere sui social network o mostrare le foto e i filmini girati. Per non rischiare di perdere questi dati e godere al meglio delle proprie vacanze anche al rientro, è fondamentale seguire  alcuni consigli per preservare i propri dispositivi e salvaguardare i propri dati. Anche le alte temperature e gli sbalzi termici possono infatti mettere in pericolo questo patrimonio prezioso. 
"L'estate è sicuramente il periodo in cui tutti noi mettiamo in mostra le nostre abilità di fotografi ma attenzione a non sottovalutare il rischio di perdere i dati dai nostri dispositivi" commenta Paolo Salin, Country Director di Kroll Ontrack in Italia fornitrice di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura e computer forensics. "E' importante ricordare che la perdita dei dati per colpa delle temperature elevate quasi sempre si basa sulla nostra negligenza e disattenzione che mettono in pericolo i nostri dati. Più in generale, infatti, nel 26% dei casi i dati vengono persi proprio a causa di un errore umano."
Per  far si che ciò non avvenga Kroll Ontrack dà alcuni consigli
- Temperature elevate. Spesso, quando la temperatura esterna raggiunge gradi elevati, si ha la cattiva abitudine di lasciare i dispositivi esposti a fonti di calore dirette, come il sole. Le temperature elevate possono compromettere l'elettronica del supporto che deve comunque operare o essere conservato entro le temperature indicate da ciascun produttore.
- Sbalzi di temperatura. Non solo il caldo fa male, ma anche il passaggio repentino da temperature elevate a temperature troppo basse e viceversa. Se il dispositivo è stato esposto a forti variazioni di temperatura, si consiglia di aspettare qualche minuto prima di accenderlo, per far sì che esso si adatti alla temperatura dell'ambiente circostante e smaltisca la formazione di eventuale condensa.
- Fare il backup. E' fondamentale, per non rischiare di perdere i ricordi più belli delle vacanze, effettuare salvataggi delle foto scattate durante le vacanze dalla memory card ad altri supporti. Un'idea potrebbe essere quella di farlo passando dai tradizionali hard disk al cloud, con i servizi di memorizzazione all'interno di spazi virtuali disponibili su Internet, oggi sempre più diffusi e utilizzati.
"Prima di eliminare le foto dalla memory card bisogna essere certi che il trasferimento sia andato a buon fine e che le fotografie siano effettivamente accessibili e visibili. Poi, una volta rientrati dalle vacanze, non aspettate a trasferire le immagini ma copiatele nel più breve tempo possibile su uno o meglio più dispositivi. E in caso di perdita delle foto per problemi di tipo fisico, abbandonate l'idea di effettuare recuperi "fai da te" aprendo gli apparecchi o le schede ri memoria ma affidatevi a professionisti seri, esperti del settore".
Da parte sua Kroll Ontrack è lo specialista mondiale nel settore del data recovery da oltre 25 anni. L'azienda è in grado di ripristinare qualunque tipo di dato da qualsiasi supporto, anche nelle condizioni più critiche. Ogni anno Kroll Ontrack gestisce oltre 50.000 casi di recupero. Kroll Ontrack, inoltre, possiede in Italia l'unica camera bianca professionale per il recupero dei dati, uno struttura tecnica moderna e avanzata, dotata di centinaia di tool proprietari harware e software oltre a migliaia di parti di ricambio.  
Pubblicato il: 06/08/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud