Logo ImpresaCity.it

Riforma del lavoro, Confesercenti: "Avvio frenato da incertezze""

Secondo Confesercenti il difetto fondamentale della nuova riforma del lavoro è "l'assenza di incentivi per favorire nuova occupazione".

Autore: Redazione ImpresaCity

Una riforma dall'avvio frenato e con molte incertezze. E' questo il giudizio di Confesercenti dopo l'entrata in vigore della riforma del mercato del lavoro privato.
La circolare interpretativa, secondo Confesercenti, contiene alcuni punti in eccesso con quanto previsto dalla legge, in particolare sulla causale dei contratti a tempo determinato. Sul lavoro a chiamata, che solo lo scorso anno è stato utilizzato per 550mila assunzioni, i nuovi adempimenti amministrativi in questa fase sono stati demandati alle singole Direzioni Territoriali del Lavoro, creando disomogeneità e incertezze a livello territoriale.
Poco chiara, sempre secondo l'analisi di Confesercenti, anche la situazione del collocamento obbligatorio, basato adesso su un nuovo computo che coinvolge anche gli occupati a tempo determinato.
"E' macroscopica inoltre la mancanza di un adeguato periodo di transizione dal vecchio al nuovo regime, necessaria per permettere alle aziende di adeguarsi senza danneggiare i lavoratori. Una serie di incertezze e problemi che si sommano al difetto fondamentale di questa riforma: l'assenza di incentivi per favorire la nuova occupazione", afferma l'associazione delle imprese in una nota stampa.
Pubblicato il: 07/08/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza