Logo ImpresaCity.it

Gartner, in crescita la spesa per l'Enterprise Application Software

La spesa globale delle imprese per l'Enterprise Application Software raggiungerà i 120,4 miliardi di dollari nel 2012, in aumento del 4,5% rispetto all'anno scorso.

Redazione ImpresaCity

A livello globale, la spesa delle imprese per l'Enterprise Application Software raggiungerà i 120,4 miliardi di dollari nel 2012, in crescita del 4,5% rispetto ai 115,2 miliardi del 2011. 
La stima è della società di ricerche Gartner, che ha rivisto leggermente al ribasso la propria previsione precedente che parlava di un +5% per l'anno in corso. 
"Il mercato globale sta ancora sperimentando una serie di report economici contrastanti, e l'impatto di questa incertezza economica sul mercato dell'enterprise software non potrà essere valutato precisamente almeno fino alla fine della prima metà del 2012 - ha spiegato Tom Eid, vice president di ricerca in Gartner -. La spesa in questo settore nel 2012 si concentrerà su applicazioni industry-specific: aggiornamenti di soluzioni già implementate e mission-critical e integrazioni ai sistemi già esistenti. Anche i deployment di soluzioni software as a service (SaaS) avranno successo". 
Secondo il report Gartner, i comparti chiave per il 2012 includono la
business intelligence (BI); le tecnologie di content, communications e collaboration; il customer relationship management (Crm); la digital content creation (Dcc); l'enterprise resource planning (Erp); le suite di produttività; il project and portfolio management (Ppm); ed infine il supply chain management (Scm).
In particolare, l'Erp rappresenta il comparto più importante, con entrate stimate per il 2012 a 24,9 miliardi. Seguono al secondo posto le suite di produttività a 16,5 miliardi.
La BI dovrebbe raggiungere i 13 miliardi, mentre il Crm dovrebbe superare tale cifra.
Pubblicato il: 26/06/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud