Logo ImpresaCity.it

Modena: 1,5 milioni di euro per le imprese colpite dal sisma

La Camera di Commercio di Modena ha anche rivolto un invito alle Autorità affinché limitino al minimo gli adempimenti burocratici necessari al trasferimento delle attività produttive danneggiate dal sisma.

Autore: Redazione ImpresaCity

Stamattina si è riunita d'urgenza la Giunta della Camera di Commercio di Modena per condurre le prime valutazioni in relazione alle gravi conseguenze del sisma che nella notte tra sabato e domenica ha colpito l'area nord della provincia di Modena.
Nel corso della riunione è stato affrontato il tema dell'impatto che questa calamità può aver provocato sul sistema economico-imprenditoriale delle zone interessate e, più in generale, della provincia.Ancorchè in assenza di dati precisi - la situazione è chiaramente ancora in divenire - è emerso che in diversi casi si sono verificati crolli di capannoni, e in molti altri gli stessi sono rimasti danneggiati, con conseguente inagibilità. Ciò rende necessario, in molti casi, il trasferimento delle attività produttive relative in immobili diversi, una operazione di vitale importanza per il mantenimento delle commesse. 
Ed è con questo obiettivo che la Giunta ha deliberato un intervento straordinario di 1,5 milioni di Euro a favore delle imprese delle zone interessate, da erogarsi secondo le modalità che saranno definite anche in sinergia con gli attori del territorio.
La Giunta ha inoltre stabilito di presentare un progetto per accedere a contributi tramite il Fondo di perequazione per le calamità naturali di Unioncamere nonché di sottoscrivere specifica convenzione con l'Ordine degli Ingeneri di Modena al fine di accelerare le indagini volte a verificare la stabilità degli edifici nelle aree colpite dal sisma (con oneri a carico della CdC).
"Si tratta di un atto dovuto e voluto – ha sottolineato il Presidente della CdC Maurizio Torreggiani -  per sostenere gli imprenditori e i lavoratori che vedono sfuggirsi di mano il proprio futuro professionale, sommando la precarietà del lavoro a quella personale provata in conseguenza del sisma. Siamo chiaramente ancora in una fase di prima valutazione delle conseguenze del terremoto, tuttavia abbiamo sin da subito voluto dare un segnale concreto. L'impresa rappresenta infatti non solo un fatto economico, ma anche sociale: dietro ogni impresa ci sono sempre una o più famiglie, quelle degli imprenditori e quelle degli occupati, che soprattutto oggi non possono essere lasciate sole".
Pubblicato il: 22/05/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud