Logo ImpresaCity.it

Gartner, nel 2011 il mercato dei software di sicurezza è cresciuto del 7,5%

Una recente stima di Gartner rivela che nel 2011 il mercato dei software di sicurezza è cresciuto del 7,5% rispetto al 2010, raggiungendola quota di 17,7 miliardi di dollari.

Chiara Bernasconi

Secondo una recente studio di Gartner, nel 2011, il mercato dei software di sicurezza è cresciuto del 7,5% rispetto al 2010, raggiungendola quota di 17,7 miliardi di dollari.
La ricerca sottolinea inoltre la crescente domanda generata dalle Pmi e l'avanzare delle minacce di tipo Apt (Advanced Persistent Threat).
Ruggero Contu, direttore della ricerca presso Gartner, ha dichiarato: "Nonostante la crescita globale solida, alcune regioni non hanno un'esperienza di alta crescita. L'Europa Occidentale, per esempio, è in ritardo a causa dell'incerta situazione economica".
Tra i fattori più importanti va segnalata l'acquisizione di McAfee da parte di Intel, avvenuta il 28 febbraio 2011.
Symantec ha registrato un tasso di crescita annuale del 17%, raggiungendo così quota 3,7 miliardi dollari di fatturato nel 2011.
Oltre al tradizionale mercato della sicurezza endpoint, Symantec sta facendo leva sulle proprie competenze in materia di backup dei dati, ponendo una nuova attenzione sulla gestione dello storage attraverso la data loss prevention (Dlp) e ai prodotti di crittografia.
Sul versante aziendale, McAfee sta espandendo la propria offerta di software di sicurezza per la rete, dopo l'acquisizione di Secure Computing nel novembre 2008. Con Intel, McAfee persegue lo scopo di costruire le competenze di entrambe le società e di portare una migliore integrazione tra hardware e sicurezza.
McAfee DeepSafe, un agent software che lavora sotto il sistema operativo nei processori core di Intel, è un esempio di innovazione che questa nuova entità aziendale mira a portare sul mercato.
Un altro leader di mercato nella sicurezza è Trend Micro: nel corso del 2011, l'azienda è cresciuta dell'11%, generando 1,2 miliardi di dollari di fatturato, una crescita che, a differenza di quella dei suoi principali concorrenti sul mercato, è stata di tipo organico, e non generata da acquisizioni.
Secondo Contu "I principali vendor hanno continuato a espandere la loro gamma di prodotti nel 2011, acquistando csocietà ed espandendo la propria portata nei mercati emergenti. Un altro fattore importante è stato rappresentato dalle continue attività di fusione e acquisizione, che negli ultimi cinque anni stanno modellando il panorama di mercato".
Pubblicato il: 07/05/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud