Logo ImpresaCity.it

Acta, sì dell'Unione Europea al trattato anti-pirateria

L'Unione Europea aderisce ad Acta, l'accordo contro la pirateria online che ora passerà all'esame del Parlamento Europeo per essere convertito in legge. Ma non mancano le polemiche.

Redazione ImpresaCity

L'Unione Europea ha aderito al trattato Acta, Anti-Counterfeiting Trade Agreement, un accordo internazionale, commerciale e plurilaterale che mira a prevenire e combattere la pirateria online attraverso l'introduzione di una serie di sanzioni.
A firmare il trattato, a Tokio, sono stati alcuni rappresentanti dell'Unione e dei 22 stati membri. 
Secondo le regole introdotte, il provider interpellato dal detentore del diritto d'autore violato dovrà fornire l'identità dei soggetti che scaricano o condividono contenuti protetti dal copyright per poi agire contro di loro.
Ora il testo dovrà essere approvato dal Parlamento Europeo per diventare legge a tutti gli effetti.  
Per questo 28 organizzazioni europee, rappresentanti della comunità IP dell'UE, hanno inviato al presidente del Parlamento Martin Schulz un documento intitolato "Acta – Why You Should Support It", in cui illustrano i vantaggi delle nuove norme ai fini della protezione di creatori e proprietari di contenuti da una parte, e utenti dall'altra. 
Ma non mancano le polemiche: l'Acta in Europa ha ricevuto anche aspre critiche da parte di vari operatori della rete, tra cui Agorà Digitale e gli hacktivisti legati al gruppo Anonimous. Il provvedimento potrebbe secondo molti limitare la privacy e la libertà di espressione degli utenti.
Pubblicato il: 27/01/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud