Logo ImpresaCity.it

Hitachi Data Systems delinea i principali trend del 2012

Hu Yoshida, vice president e chief technology officer delle società, individua le cinque macro tendenze che domineranno il settore IT nel 2012.

Autore: Redazione ImpresaCity

Esplosione dei Big Data, aumento della virtualizzazione storage, consolidamento verso la
convergenza,
raggiungimento di una reale efficienza energetica, bisogno
di colmare la lacuna generata dall'eccessivo consumo. Queste, secondo Hu Yoshida, vice president e chief technology officer di Hitachi Data Systems saranno le cinque macro
tendenze
che domineranno il settore IT nel 2012.
Il tema dei Big Data è stato di attualità anche nell'anno da poco concluso, ma se nel 2011 l'attenzione era rivolta al modo in cui dare un senso logico a grandi quantità di dati generati da macchine provenienti da una sola fonte, oggi le aziende hanno compreso che il problema è nello sviluppo delle applicazioni: ci sono quantitativi di dati generati da migliaia di applicazioni ed è necessario trovare un modo per raggrupparli e trasformarli in informazioni utili ad apportare valore aggiunto all'azienda. È più difficile analizzare e gestire quantitativi di piccoli dati rispetto a un grande insieme di dati; pertanto le imprese si muoveranno alla ricerca di innovazioni mentre il raggruppamento dei dati in precedenza immagazzinati in applicazioni specifiche supporterà la crescita a lungo termine. 
Mentre i volumi di dati continueranno a crescere, il budget per aumentare la capacità di storage sarà sempre più limitato per la continua incertezza economica. Per superare queste difficoltà, le aziende cercheranno nuovi modi per aumentare l'uso delle loro risorse di storage.
Per ridurre i costi, l'IT si è di recente concentrato sul consolidamento dei server da parte di hypervisor, così come sul consolidamento dello storage sulla San. Sono già stati raggiunti i primi risultati e, per una maggiore efficienza dal punto di vista dei costi, l'attenzione deve ora essere spostata verso la convergenza dei server, dello storage, delle reti e delle applicazioni.
Le interfacce di programmazione di un'applicazione, che scaricano il carico di lavoro sullo storage, possono rendere i server e la memoria più efficienti. Il software di orchestration consentirà  una convergenza della gestione, dell'automazione, del provisioning e dell'attività di reporting in infrastrutture di server, di storage e di rete locali, remote e basate sul cloud. Le architetture di riferimento per applicazioni quali i database, abbrevieranno i tempi e gli sforzi necessari per supportare le applicazioni.
L'energia, il raffreddamento e le emissioni di CO2 diventeranno sempre più importanti con l'aumento della domanda energetica e con l'imposizione delle carbon tax da parte dei diversi Paesi. Ai reparti IT, sarà richiesto di assumersi la loro parte di responsabilità per ottenere una maggiore efficienza energetica e contribuire concretamente nel processo di riduzione delle emissioni
di CO2.
Molti analisti stanno riconoscendo l'esistenza di una crescente lacuna tra la tecnologia e la
capacità delle aziende informatiche di sfruttare le caratteristiche del prodotto e il valore che la nuova tecnologia può consentire.
L'IT dovrà saper sfruttare i servizi di terzi per colmare questa lacuna, delegandogli parte del lavoro difficile, per poter incrementare una formazione adeguata delpersonale operativo sulle attività di pianificazione. La tecnologia da sola non colmerà il gap del consumo: la pianificazione deve includere persone, processi, servizi, aziende oltre che intermediari e autorità.
Pubblicato il: 25/01/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud