Logo ImpresaCity.it

Commercio elettronico: crescono gli acquisti natalizi, più attenzione ai servizi mobile

Secondo una ricerca Brocade, gli acquisti natalizi online crescono molto anche quest'anno, ma attenzione alla pazienza degli utenti: la velocità di connessione e la continuità delle operazioni sono i punti chiave soprattutto in ambito mobile.

Autore: Redazione ImpresaCity

Per questo Natale si prevede che gli shopper online abbiano speso 52 miliardi di euro in tutta Europa, dato che rappresenta il 20% dello shopping online totale previsto nell'area Emea nel corso del 2011 (254 miliardi secondo IMRWorld European e-Christmas Sales Forecast).
Ma una nuova ricerca effettuata da Brocade su oltre 400 utenti europei durante i mesi di novembre e dicembre, mostra che poco più dell'86% dei consumatori utilizza i propri dispositivi mobili, tra cui smartphone o tablet, per effettuare gli acquisti natalizi, e che quasi il 70% degli intervistati è disposto ad attendere un massimo di 20 secondi per il caricamento di una pagina web, prima di rivolgersi a un altro negozio online.      
Questo testimonia un forte cambiamento delle aspettative dei consumatori riguardo alla qualità dei servizi e alle modifiche delle abitudini negli acquisti online – aprendo la strada per un boom commerciale e indicando la necessità per i service provider di aumentare il livello dei servizi offerti e proporre funzionalità che rispondano a queste esigenze, tenendo conto dei picchi stagionali.
La ricerca dimostra che il 13% dei consumatori attende al massimo cinque secondi per il caricamento di una pagina Web prima di abbandonarla, mostrando una crescente necessità di rapidità e di continuità del servizio durante lo shopping online.
Dato che la maggior parte delle persone spende più tempo per gli acquisti online durante il periodo festivo (il 19% passa il doppio del tempo rispetto al solito) e vista la crescente tendenza allo shopping "on the go", i negozi online si trovano ad affrontare una crescente pressione per garantire che le loro reti rispondano alle esigenze stagionali fluttuanti.      
La crescita degli acquisti online, quindi, è legata fortemente alla capacità dei negozianti online di fornire servizi di qualità.
Dall'indagine emergono anche i seguenti risultati chiave:
- Tra gli intervistati che acquisteranno uno smartphone o un tablet per Natale, per sé o come regalo per amici e parenti, il 38% lo utilizzerà per lavoro. Un riflesso del trend in crescita nell'utilizzo di dispositivi personali sul posto di lavoro - Byod (Bring Your Own Device) - per i datori di lavoro, nel 2012, potrebbe accadere che quattro dipendenti su dieci portino un nuovo dispositivo sulla rete aziendale;
- Il 75% delle persone possiede già uno smartphone, mentre il 37% un tablet;
- Quasi il 70% degli intervistati afferma che il loro posto di lavoro sarà chiuso per ferie nel periodo natalizio. Con l'81% delle persone che passeranno le feste a casa, si verificherà un notevole aumento di tempo libero, con oltre la metà che si dedicherà alla TV in streaming e ai film da Internet e poco meno del 58% utilizzerà strumenti che utilizzano una grande quantità di banda, come Skype, per comunicare con amici e parenti.  
Molte aziende stanno sfruttando modelli di business basati sul cloud, con un networking a elevate prestazioni per fornire servizi ai consumatori, ma stanno cominciando a cercare nuove strategie di procurement per la creazione di architetture on-premise.      
Nella campagna istituzionale "The Data Center Is Here", Brocade mette in evidenza come le reti moderne abbiano bisogno di estendersi oltre i confini fisici e consentire una esperienza utente uniforme indipendentemente dal luogo in cui si accede ai dati.
Con il recente servizio Brocade Network Subscription l'azienda offre un modello che si basa sull'abbonamento per l'acquisizione di infrastrutture di rete, per consentire alle aziende di allineare la capacità di rete con le esigenze di business variabili.
Pubblicato il: 27/12/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza