Logo ImpresaCity.it

Radware entra nella OpenStack Community

Aderendo alla OpenStack Community, Radware si impegna a dare il proprio apporto allo sviluppo degli standard per un sistema operativo cloud aperto e ad accelerarne l'innovazione tecnologica.

Redazione ImpresaCity

Radware ha annunciato la propria adesione a OpenStack, la comunità globale di sviluppatori che stanno elaborando un sistema operativo aperto per il cloud.      
La transizione dei volumi di traffico verso il cloud è sempre più accentuata, da qui l'esigenza sempre più sentita, sia nel pubblico che nel privato, di maggiore efficienza e prestazioni applicative migliori, associate alla diminuzione dei rischi per la sicurezza.
OpenStack si sta affermando come lo standard open per l'infrastruttura cloud e si integra con le soluzioni Radware di application delivery e sicurezza attivabili in tutti gli ambienti cloud ibridi.
In un sistema cloud, la capacità di accelerare le applicazioni e prevenire gli attacchi è essenziale per il corretto funzionamento di applicazioni mission-critical.
OpenStack è cresciuta nel tempo ed è diventata una comunità software di sviluppatori, in rappresentanza di oltre 130 aziende, che collaborano per la creazione di un sistema operativo cloud aperto, standard, e altamente scalabile. Obiettivo del progetto è quello di offrire soluzioni per qualsiasi tipo di cloud, di semplice implementazione, elevata scalabilità e con una vasta gamma di funzionalità. Alla base, una tecnologia costituita da una serie di progetti correlati per fornire componenti diversi di una soluzione di infrastruttura cloud.      
L'ingresso in OpenStack segue di poco il recente annuncio di Radware Dell'introduzione del primo application delivery fabric per L'IT-as-a-Service.
L'Adc Fabric sfrutta il concetto di un pool di risorse Adc virtuali (vAdc) per data center singoli o multipli. Integrando l'Adc Fabric nei data center virtuali e sostituendo gli Adc tradizionali con istanze vAdc, l'IT manager è in grado di assegnare un'istanza vAdc per applicazione, per reparto oppure per cliente. In questo modo viene a crearsi un silos di applicazione virtuale i cui componenti (server, storage e vAdc) sono totalmente isolati da possibili falle, il che garantisce la performance delle applicazioni e gli Sla.
L'Adc Fabric include AppShape, la tecnologia Radware che offre una visione prospettica delle applicazioni per poter configurare i dispositivi di application delivery del data center in modo tale da corrispondere alle esigenze di applicazioni specifiche.
Pubblicato il: 28/12/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud