Logo ImpresaCity.it

Ricoh, le imprese stiano al passo con l'evoluzione dell'IT

Una ricerca condotta dall'Economist Intelligence Unit e sponsorizzata da Ricoh sottolinea l'importanza di gestire al meglio i cambiamenti che le nuove tecnologie porteranno in azienda nel prossimo futuro. Le imprese che non riusciranno a gestire gli impatti di tali cambiamenti sul business perderanno vantaggio competitivo e rischieranno addirittura di scomparire entro il 2020.

Redazione ImpresaCity

I responsabili delle aziende si aspettano che in futuro le tecnologie portino nelle organizzazioni cambiamenti radicali. Le imprese che non riusciranno a gestire gli impatti di tali cambiamenti sul business perderanno vantaggio competitivo e rischieranno addirittura di scomparire entro il 2020.
Questo è quanto emerge dai primi risultati di una ricerca condotta dall'Economist Intelligence Unit e sponsorizzata da Ricoh, che verrà diffusa integralmente a marzo 2012.
L'executive summary della ricerca mette in evidenza come un terzo dei responsabili intervistati (il 37%) sia convinto che la propria organizzazione perderà vantaggio competitivo perché non sarà in grado di trarre valore dall'evoluzione dell'IT.
Un terzo dei responsabili dei sistemi informativi crede che l'azienda in cui lavora scomparirà del tutto e sei intervistati su dieci ritengono che il mercato in cui l'azienda opera subirà modifiche significative da adesso al 2020 assumendo caratteristiche assai diverse da quelle di oggi.
Anche la struttura delle organizzazioni non sarà la stessa: il 63% dei manager intervistati prevede uno spostamento verso strutture decentrate, con un trasferimento dei processi decisionali dal centro alle periferie dell'azienda.
Inoltre, gli intervistati credono che i clienti saranno promotori di nuove idee per il miglioramento dei processi aziendali esattamente come i dipendenti. Sempre secondo il campione dell'indagine, entro il 2020, saranno i clienti a proporre innovazioni di prodotto e di servizio.
Secondo Ricoh, l'elemento chiave per diventare un'azienda flessibile e in grado di cavalcare il cambiamento consiste nel disporre dell'infrastruttura adatta a gestire con successo tale cambiamento. I responsabili delle aziende devono porsi questa domanda: l'infrastruttura informativa della nostra organizzazione è "a prova di futuro"? Comprendendo le modalità con cui le informazioni critiche sono tra loro collegate nell'ambito dell'intera azienda, un'organizzazione riesce a ripensare i processi per migliorare la condivisione della conoscenza ed è in grado di rispondere con efficacia alle esigenze dei clienti.
Inoltre, il 59% degli intervistati concorda sul fatto che entro il 2020 i dipendenti non gestiranno più documenti cartacei. Le informazioni digitali saranno sempre più diffuse all'interno delle organizzazioni; la sfida consiste nel garantire che i processi aziendali critici, sia digitali che cartacei, siano correttamente integrati e facilmente gestibili dagli utenti. Questo risulta ancora più importante considerando l'incremento del mobile working, per cui le persone hanno necessità di accedere alle informazioni anche da remoto.
Pubblicato il: 27/11/2011

Tag:

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce