Logo ImpresaCity.it

McAfee, troppe le risorse digitali non protette

McAfee rivela che l'utente medio di internet possiede risorse digitali non protette a sufficienza per un valore pari a oltre 37.000 dollari.

Redazione ImpresaCity

McAfee ha rilasciato i risultati di un nuovo studio a livello globale che rivela che i consumatori valutano in 37.438 dollari le "risorse digitali" in loro possesso presenti su più dispositivi digitali, eppure un terzo di tali utenti non protegge i propri dispositivi.
Negli Stati Uniti gli utenti hanno assegnato alle proprie risorse un valore più elevato che in qualunque altro posto, pari a 55.000 dollari, cifra che in Italia si assesta sui 43.000 dollari (circa 31.000 euro).   La società di ricerca MSI International ha intervistato oltre 3.000 consumatori in 10 nazioni, tra cui l'Italia, relativamente al valore finanziario assegnato a risorse digitali come album fotografici, informazioni personali e file per l'intrattenimento, come la loro attitudine alla protezione di tali dati su computer, tablet e smartphone.  
Nonostante l'elevato valore economico ed emozionale delle risorse memorizzate in vari supporti digitali, il 32% dei consumatori che non utilizza una soluzione di sicurezza per tutti i propri dispositivi continua a pensare di non averne bisogno.
Gli intervistati hanno inoltre menzionato il costo come un altro motivo per cui sono riluttanti ad acquistare una protezione per tutti i loro gadget tecnologici (31%, 33% in Italia). Tuttavia, l'86% (89% nel nostro Paese) delle persone concorda sul fatto che l'acquisto di una soluzione di sicurezza sia denaro ben speso.
Il numero di dispositivi che si collegano a Internet continua a crescere, contribuendo a rapidi cambiamenti nel panorama delle minacce che i consumatori si trovano ad affrontare.
McAfee ha rilevato che il 25% degli utenti di Internet non aziendali (dato che sale considerevolmente in Italia con il 31%) possiede ora almeno cinque dispositivi per nucleo famigliare, con il 60% che ne possiede almeno tre (69% nel nostro Paese). Secondo Consumer Reports, lo scorso anno il malware è costato ai consumatori 2,3 miliardi di dollari costringendoli a sostituire 1,3 milioni di PC.
Non solo gli hacker continuano a prendere di mira i PC, ma con la crescente popolarità di tablet, smartphone e Mac, le minacce diventano sempre più comuni e più complesse anche per dispositivi diversi dai PC. Per esempio, secondo McAfee Labs, il malware volto a colpire i dispositivi Android è salito al 76% negli ultimi tre mesi.  
McAfee intende rispondere alle crescenti esigenze dei consumatori in quest'ambito lanciando McAfee All Access, soluzione di sicurezza che protegge più dispositivi collegati a Internet (PC, Mac, smartphone, netbook e tablet) in base a un unico abbonamento annuale.
Pubblicato il: 30/10/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud