Logo ImpresaCity.it

Red Hat acquisisce Gluster

Con le soluzioni storage open source di Gluster, la gestione scale-out di dati non strutturati entra nel portfolio di Red Hat.

Autore: Redazione ImpresaCity

Red Hat ha annunciato di aver raggiunto l'accordo per l'acquisizione di Gluster, fornitore di soluzioni di storage open source scale-out per la standardizzazione della gestione di dati non strutturati.
Con questa operazione, Red Hat definirà una nuova baseline per la gestione dell'esplosione dei big data, implementati on-premise o nel cloud pubblico. Red Hat sta espandendosi verso nuove aree dell'infrastruttura aziendale, offrendo soluzioni di storage open che proteggono gli investimenti dei clienti che si avvicinano alla nuova era del computing.
Fondata nel 2005, l'obiettivo di Gluster era quello di semplificare lo storage utilizzando software open source e commodity hardware.
Il cuore di Gluster è GlusterFS, un sistema di storage software-only scale-out che permette alle aziende di unire un vasto numero di risorse di storage e di computing in un unico pool ad alte prestazioni, gestito centralmente e accessibile a livello globale.
Unendo l'economia di prodotti commodity con un approccio scale-out, i clienti possono implementare elevate capacità di storage senza rinunciare a costi, prestazioni e gestibilità.  Gluster si è messo in luce come leader open source innovativo, a cui si affidano aziende quali Pandora, Box.net e Samsung per gestire in modo efficiente vasti volumi di dati.
L'acquisizione costerà a Red Hat circa 136 milioni di dollari.
Come parte della transazione, Red Hat si farà carico il giorno del closing anche di eccedenze di quote di capitale di Gluster non attribuite e rilascerà alcuni incentivi di "retention equity". Si prevede che la transazione avrà luogo in ottobre, soggetta alle abituali condizioni di closing.  
L'acquisizione non avrà alcun impatto sul fatturato di Red Hat di quest'anno fiscale, che dovrebbe invece crescere l'anno prossimo sulla base di un modello di reddito a sottoscrizione.
Pubblicato il: 06/10/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza