Logo ImpresaCity.it

Assolombarda e Abi Lombardia, accordo sulla segnalazione degli sconfinamenti bancari

Sottoscritto un importante accordo per fornire supporto e informazioni alle imprese in vista dell'entrata in vigore delle regole sulla segnalazione degli sconfinamenti bancari.

Redazione ImpresaCity

AssolombardaAbi Commissione Lombardia hanno sottoscritto un importante accordo per assistere al meglio le imprese dell'area milanese alla luce della prossima scadenza relativa alla segnalazione degli sconfinamenti bancari che le vedrà direttamente coinvolte a partire dal prossimo anno.
Dal 1 gennaio 2012, infatti, si concluderà il periodo di deroga concesso da Basilea 2 alle banche italiane per effettuare la segnalazione degli sconfinamenti (Past Due) dopo 180 giorni. In armonia con il resto dei sistemi bancari europei la segnalazione dovrà essere attivata dopo 90 giorni.
Assolombarda e Abi Lombardia, per dare un aiuto concreto alle imprese, hanno concordato la possibilità di esaminare tempestivamente le posizioni delle aziende che possano oggettivamente essere ricomprese tra le posizioni definite "Past Due".
Ciò con riferimento alle banche del territorio che aderiranno a tale iniziativa e alle imprese associate ad Assolombarda che operano nelle province di Milano, Lodi e Monza e Brianza.
"Da tempo abbiamo iniziato un percorso di collaborazione che ha portato al sistema banca-impresa reciproci vantaggi", ha dichiarato Nicolò Codini, vicepresidente Assolombarda con delega al Credito. "Questo accordo è un esempio concreto di come, attraverso un dialogo continuo tra ABI e Assolombarda e una costante attenzione ai mutevoli bisogni delle aziende, sia possibile mettere a loro disposizione un insieme di soluzioni sempre aggiornate e legate alle esigenze del momento. Con tutte le iniziative di questi anni", ha aggiuntoCodini, "abbiamo voluto dare un forte messaggio alle nostre aziende e al territorio di Milano: la crisi non deve spaventare le imprese. Assolombarda è al loro fianco. La criticità della situazione deve indurre tutti gli imprenditori a uno scatto di orgoglio e a una reazione costruttiva: la posta in gioco è uscire dalla crisi con un sistema Paese e un territorio economico e produttivo più forte, in grado di assicurare sviluppo diffuso".
"Banche e imprese fanno quadrato rafforzando il dialogo  attraverso un confronto costante e fattivo", ha commentato Franco Ceruti, Presidente di Abi Lombardia. "Bisogna lavorare per trovare le condizioni affinché la fase di transizione verso le novità regolamentari sia completamente gestibile.
Lo chiede l'industria bancaria e lo chiedono le imprese. Sono maturi i tempi per un impegno comune per far sì che l'applicazione delle disposizioni previste da Basilea 2 non provochi penalizzazioni né per il sistema bancario, per cui l'aumento del numero delle segnalazioni a Past Due comporterebbe un aggravio dei requisiti patrimoniali già molto stringenti imposti dalla direttiva, né per il sistema produttivo, già messo a dura prova dalla crisi", ha sottolineatoCeruti.


Pubblicato il: 12/10/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud