Logo ImpresaCity.it

Libia, i nuovi sviluppi favoriscono le compagnie petrolifere ed Eni

Le notizie provenienti da Tripoli spingono al rialzo i titoli delle compagnie petrolifere e di Eni.

Redazione ImpresaCity

Si avvicina un momento storico: quello della fine del regime di Gheddafi in Libia. Il colonnello, alla guida del paese da oltre 40 anni (e precisamente dal colpo di stato del 1º settembre 1969 che rovesciò la monarchia di re Idris I) sembra ormai avere le ore contate: molte fonti lo vogliono ancora a Tripoli, ma con gli insorti che hanno ormai preso possesso della città e catturato tre dei suoi figli, il suo tempo dovrebbe essere agli sgoccioli. 
A parte tutte le considerazioni politiche in merito alla fine del regime, possiamo rilevare che gli ultimi sviluppi nella guerra civile libica favoriscono le compagnie petrolifere
Secondo gli analisti interpellati sull'argomenti da France Presse, le esportazioni di petrolio dalla Libia dovrebbero d'ora in poi gradualmente riassestarsi, per raggiungere il 50% dei volumi per-conflitto entro il 2012 e raggiungere il 100% entro la fine del 2013.
Un'altro elemento da considerare è il calo del prezzo del petrolio, crollato ieri del 20% a 106 dollari al barile. 
Le notizie provenienti da Tripoli hanno quindi rappresentato un'iniezione di fiducia in borsa per tutte le maggiori compagnie petrolifere: si sono registrati aumenti per i titoli delle società di tutto il mondo, dalla spagnola Repsol (+2,6%), alla francese Total (+2,3%), all'austriaca Omv (+5,1%).
Una notizia positiva soprattutto per le società del nostro paese: l'Italia è infatti il primo importatore di petrolio dalla Libia (secondo dati relativi all'anno 2010).
A beneficiarne, in prima fila Eni, che ha visto un consistente incremento del valore delle proprie azioni, con rialzi fino al 10% a Piazza Affari.
Il presidente Giuseppe Recchi, presente al Meeting di Rimini, non ha commentato i nuovi sviluppi.
Pubblicato il: 23/08/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud