Logo ImpresaCity.it

Ibm, nuovi software per la collaborazione

Ibm ha annunciato nuovi software per aiutare le organizzazioni di vari settori a collaborare in modo più efficiente.

Redazione ImpresaCity

In occasione della conferenza Innovate 2011, Ibm ha annunciato un nuovo software per aiutare le organizzazioni a collaborare in modo più efficiente.
Il nuovo software è progettato per consentire ai team di sviluppatori di accedere rapidamente alle risorse e di lavorare con più efficienza su scala globale, utilizzando il nuovo ambiente di sviluppo collaborativo aperto.  
Secondo l'Ibm Ceo Study, un'indagine condotta su più di 1.500 Chief Executive Officer di 60 paesi e 33 settori in tutto il mondo, due terzi delle organizzazioni globali gestiscono i team di sviluppo software lavorando in più sedi.
Lo studio ha riscontrato inoltre una crescente imprevedibilità nel passaggio del software dallo sviluppo alla piena applicazione all'interno di un'organizzazione. Più del 62% dei progetti di sviluppo non riesce a rispettare il calendario stabilito e il 30% dei costi di progetto è imputabile a rilavorazione e insufficiente adempimento dei requisiti.
Il nuovo software Ibm è concepito per aiutare le organizzazioni ad allineare lo sviluppo software al processo di business e alle attività operative nell'intera organizzazione, creando un più forte legame tra pianificazione ed esecuzione. E' possibile inoltre poter contare sui professionisti ovunque si trovino, accedendo rapidamente alle risorse e coinvolgendo i relativi decisori nell'intero ciclo di business.
Le nuove offerte software sono costruite su Jazz, la piattaforma di sviluppo software aperta di Ibm, che supporta la condivisione e l'interazione tra i team di progettazione e sviluppo di software e sistemi. Le nuove funzionalità consentono agli sviluppatori di interagire rapidamente, condividendo i dati all'istante da qualsiasi fonte nel processo di sviluppo. Il software collega i team e crea comunità di sviluppo in modi nuovi.

Collaborative Design Management:
consente ai team di integrare la progettazione con altri task e informazioni di sviluppo, quali requisiti, codice e risorse di gestione della qualità. Questo approccio aumenta la tracciabilità di tutte le azioni e consente di analizzarne l'impatto sul processo. I componenti dei team e le altre parti interessate possono rivedere, apportare e modificare progetti di soluzioni, con una trasparenza totale per ogni partecipante al progetto. Ciò si realizza grazie a un hub di progettazione centrale, in cui i progetti possono essere archiviati, mantenuti e richiamati per il riutilizzo futuro, la documentazione e la conformità.
La funzionalità Collaborative Design Management è fornita attraverso le nuove offerte di Rational Rhapsody Design Manager e Rational Software Architect Design Manager.

Collaborative Lifecycle Management: aiuta i team di sviluppo software a migliorare la produttività offrendo una soluzione integrata di Application Lifecycle Management (Alm), per evitare le trappole del lavoro in silos isolati, con comunicazioni interrotte, che si traducono in ritardi del progetto, bassa qualità o sforamento del budget.
- La  nuova soluzione Ibm Rational per il Collaborative Lifecycle Management raccoglie Rational Requirements Composer, Rational Team Concert e Rational Quality Manager in una piattaforma di sviluppo unificata, per favorire la collaborazione interfunzionale, aiutando i team a migliorare i tempi di consegna, la qualità, il valore del prodotto e la prevedibilità.
- Le nuove funzionalità per Ibm Smart Business Desktop Cloud e i cloud privati conferiscono maggiore efficacia con le nuove soluzioni di desktop virtuale,  fornendo le funzionalità potenziate di Rational Application Developer e Rational Software Architect/Developer.
- La nuova integrazione tra il software di social networking per il business Ibm Connections e Ibm Rational Team Concert consentirà agli sviluppatori software di utilizzare il social networking  per trovare gli esperti all'interno di un'organizzazione, per collaborare e restare in contatto sui progetti di sviluppo software.

Collaborative Development and Operations: le nuove tecnologie, come il cloud computing, l'ottimizzazione del carico di lavoro hardware e lo sviluppo agile richiedono allo sviluppo e alle attività operative di lavorare a un livello di contatto senza precedenti. Ibm ha creato una nuova integrazione tra molte delle sue principali offerte software, per aiutare a colmare il divario culturale tra i team di sviluppo e i team operativi.
- Una nuova soluzione Deployment Planning & Automation consente ai clienti di ridurre i progetti di rilavorazione attraverso processi standardizzati e l'automazione per il rilascio del software. Gli asset di sviluppo esistenti possono essere riutilizzati, sia che risiedano sul cloud o sui server on-site.
- Per migliorare l'identificazione e la correzione di potenziali problemi, Ibm ha integrato il suo sistema di ticketing delle attività IT, Tivoli Service Request Manager, e la soluzione per i team di sviluppo Rational Team Concert con la community Open Services for Lifecycle Collaboration (Oslc). Ciò permette al personale operativo IT di inserire i difetti e le richieste di potenziamenti direttamente nel sistemi di tracking dello sviluppo software.
Pubblicato il: 04/07/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud