Logo ImpresaCity.it

Telecom Italia e Huawei siglano un accordo per rilanciare la tecnologia in Italia

Un'intesa di lungo termine tra telecom Italia e Hauwey punta a rafforzare le attività di ricerca congiunte sul territorio per lo sviluppo delle tecnologie innovative.

Redazione ImpresaCity

Telecom ItaliaHuawei hanno firmato un accordo di cooperazione di diversi anni in vari ambiti tecnologici per potenziare l'infrastruttura di rete fissa, sviluppare apparati di telefonia mobile e applicazioni innovative, creare soluzioni enterprisesoftware
Il piano quinquennale, prevede la collaborazione in programmi di ricerca per lo studio e la realizzazione di nuovi standard e soluzioni tecnologiche. 
L'accordo è stato firmato oggi da Franco Bernabè, Presidente Esecutivo del Gruppo Telecom Italia, e Kevin Tao, Presidente di Huawei Europa, alla presenza del Vice-Presidente della Repubblica Popolare Cinese, Xi Jinping e del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, in occasione della visita ufficiale per celebrare le relazioni diplomatiche tra l'Italia e la Cina e gli accordi economici che legano i due Paesi. 
Questa intesa rappresenta un ulteriore passo avanti nei rapporti di collaborazione tra Telecom Italia e Huawei focalizzati sullo sviluppo delle reti a banda larga fissa e mobile di nuova generazione su scala nazionale e sulMobile BroadBand, allo scopo di fornire servizi altamente innovativi e reti all'avanguardia ai clienti finali. 
L'accordo è anche volto ad incrementare la collaborazione e gli investimenti già esistenti per i due centri d'innovazione congiunti: il Mobile Innovation Centre ed il Network Innovation Centre di Torino, dove negli scorsi anni sono stati realizzati importanti progetti di ricerca per lo sviluppo di tecnologie e servizi avanzati nell'ambito delle comunicazioni convergenti fisse e mobili.
Pubblicato il: 04/06/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud