Logo ImpresaCity.it

Ciena, come ottenere la giusta connettività dei data center risparmiando tempo e denaro

Da Ciena cinque consigli per ottenere la giusta connettività tra data center, con un occhio alla spesa ed evitando le perdite di tempo.

Autore: Redazione ImpresaCity

La connettività dei data center presenta numerose sfide soprattutto in termini di supporto per applicazioni business-critical. Una strategia coerente di networking porta alla costruzione di una rete potente e flessibile, creando valore anche nel lungo termine.
Ogni azienda è unica e presenta una vasta gamma di specifiche necessità di connettività, dall'accesso ai dati da ogni parte del mondo fino ad arrivare al crescente utilizzo delle applicazioni in mobilità, con ambienti data center differenti per computing, storage e networking.
In che modo è quindi possibile ottenere la giusta connettività tra data center? Secondo Ciena Corporation, i fattori (e consigli) principali da tenere presenti sono i seguenti:
1) Trovare lo strumento adatto Esistono molte architetture di sistema in grado di rispondere alle necessità di connettività dei data center, l'importante è scegliere la soluzione che soddisfi esigenze specifiche. Quali applicazioni supporterà il data center? Quanto sono importanti velocità e latenza per le applicazioni? È fondamentale infatti che la soluzione risponda ai bisogni delle applicazioni e non viceversa. I requisiti di duplicazione high-end active-active sono differenti da quelli degli approcci asincroni e richiedono un approccio architetturale studiato su misura. La taglia unica non va bene per tutti!
2) Siete virtuali? L'insorgenza di infrastrutture virtualizzate ha avviato un ripensamento nelle esigenze di connettività del data center. La migrazione live di macchine virtuali tra data center richiederà molta capacità aggiuntiva. Inoltre, l'interconnessione IP non soddisferà nello specifico le esigenze di migrazione live delle macchine virtuali; la connettività di livello 2 è più appropriata per questo scopo. Ciò significa che è necessaria una soluzione semplice, affidabile e ad alta capacità per supportare la crescita della virtualizzazione senza le vulnerabilità della rete Ethernet tradizionale e degli ostacoli caratteristici della connettività IP.
3) La velocità è importante, rendete le cose semplici Molte applicazioni del data center sono sensibili alla latenza, quindi diventa essenziale disporre di una rete ad alta capacità e a bassa latenza. Un'altra considerazione importante è l'ubicazione delle infrastrutture, il clustering geografico per operazioni active-active richiede un attento esame della latenza tra i siti partner. La latenza può essere un problema anche con distanze Metro se è stata dedicata scarsa attenzione alla scelta della migliore architettura di rete. Processi di delayering della rete possono aiutare poiché protocolli (e hardware) stratificati aggiungono latenza. Perciò è importante rendere e mantenere le cose semplici.
4) La distanza non è sempre una barriera La replica dello storage a distanza è importante in molte strategie di data center, in particolare in quanto il Fibre Channel è un protocollo sensibile alla distanza. Alternative al Fibre Channel sono disponibili a livello IP, ma anch'esse presentano alcuni problemi. Anche se le applicazioni stesse possono attivare tecniche di mitigazione della distanza, questo tende ad essere un approccio alquanto costoso. Quando è possibile, è consigliabile utilizzare le funzionalità del livello di trasporto per estendere la portata.
5) Protezione dei dati in-flight La sicurezza dei dati costituisce in questo momento un tema di importanza cruciale. Ci sono molte strategie per la protezione dei dati at rest, ma la protezione dei dati all'interno del data center serve a ben poco se poi invece vi è vulnerabilità al passaggio in-flight tra infrastrutture. La crittografia a livello di applicazione può essere costosa e difficile da gestire. La crittografia a livello ottico è una invece soluzione efficiente per la protezione di tutti i dati che passano tra i data center.
"Le esigenze aziendali continuano a diventare sempre più complesse, con conseguenti ripercussioni sulle architetture infrastrutturali e sui budget. Tutto ciò richiede un nuovo approccio strategico per la definizione dei requisiti tecnici dei data center" conclude Umberto Bertelli, Managing Director per l'Area del Mediterraneo, "Conoscere nel dettaglio le proprie esigenze diventa quindi fondamentale per implementare l'architettura adatta e di conseguenza risparmiare tempo e denaro.".
Pubblicato il: 07/06/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza