Logo ImpresaCity.it

Tracciamento Apple, Class Action e indagini del Senato USA

In una recentissima intervista Steve Jobs ha affermato che i file incriminati per il tracciamento sarebbero stati raccolti sotto una formula completamente anonima. Il CEO di Apple ha specificato che la sua azienda rimedierà alla situazione al più presto.

Autore: Redazione ImpresaCity

Continuano le polemiche dopo la diffusione della notizia che i dispositivi mobile iOS tracciano la posizione degli utenti. 
In una recentissima intervista rilasciata al sito web Mobilized, Steve Jobs ha precisato che i file incriminati per essere alla base del tracciamento, sarebbero stati raccolti in forma totalmente anonima, per cercare di favorire e velocizzare le funzioni di geolocalizzazione e GPS presenti nei dispositivi mobile della Mela. Il CEO ha comunque specificato che la sua azienda, con i prossimi upgrade del sistema operativo, correggerà questa situazione.
Nel frattempo però sembra che la scoperta del tracciamento dei dispositivi Apple abbia dato adito ad alcune ipotesi di class action nei confronti dell'azienda di Cupertino. La prima è stata avanzata da alcuni utenti della Florida. Il loro legale ha commentato quanto sia assurdo che Apple possa disporre di un simile potere quando anche le autorità federali statunitensi, per accedere a questo tipo di informazioni, debbano avere dei permessi specifici.
Anche Al Franken, senatore USA, ha chiesto spiegazioni al gran capo di Apple, attraverso una mail. Inoltre ha prospettato che i vertici di Apple e Google possano essere convocati in Senato per dare spiegazioni sull'accaduto, in modo da verificare se e come le leggi in materia di privacy siano state rispettate o violate.
Al momento in oltre anche i garanti della privacy di alcune nazioni europee, come Germania, Francia e Italia, sembrano si siano già attivati per un'indagine sul tracciamento.
Pubblicato il: 02/05/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza