Logo ImpresaCity.it

Osservatorio credito, molte difficoltà e poca liquidità per le imprese

Secondo l'Osservatorio sul credito di Confcommercio, nel primo trimestre 2011 è raddoppiato il numero di imprese che non ottengono finanziamenti.

Autore: Redazione ImpresaCity

Nel primo trimestre 2011, il 52,7% delle imprese del commercio, del turismo e dei servizi ha dichiarato di essere riuscita a far fronte al proprio fabbisogno finanziario senza difficoltà (nel trimestre precedente erano il 51,1%), il 33,1% ha dichiarato di esservi riuscite con qualche difficoltà, mentre quelle che hanno dichiarato di non essere riuscite a far fronte al proprio fabbisogno finanziario sono risultate il 14,2%. I dati emergono dall'Osservatorio sul credito per le imprese del commercio, del turismo e dei servizi nel primo trimestre del 2011 realizzato da Confcommercio-Imprese per l'Italia in collaborazione con Format Ricerche di Mercato.
L'indicatore congiunturale del primo trimestre 2011 è risultato pari a +5,4, facendo segnare un incremento rispetto al trimestre precedente, quando era risultato pari al +2,2.
Si sono rivolte al sistema bancario per chiedere un finanziamento nel corso del primo trimestre del 2011 in prevalenza le piccole imprese (10-49 addetti), le medie imprese (50-249 addetti) e le grandi imprese (oltre 250 addetti), le imprese dei servizi, e quelle residenti nelle regioni del Nord-Ovest, del Nord-Est e del Centro Italia.
Il 53,9% delle imprese del terziario ha visto accogliere la propria domanda di credito con un ammontare pari o superiore rispetto a quello richiesto, e si tratta del dato più basso dal quarto trimestre 2008, da quando cioè sono iniziate le rilevazioni del presente dell'Osservatorio; il 16,9% delle imprese ha visto accogliere la propria domanda, ma con un ammontare inferiore rispetto a quello richiesto, l'8,9% delle imprese ha visto respingere la propria domanda di credito.
Le imprese che al momento dell'intervista risultavano ancora in attesa di una risposta da parte della propria banca erano il 2,6% mentre quelle che hanno affermato di essere intenzionate a fare richiesta di credito il prossimo trimestre sono risultate il 17,7%. 
La cosiddetta "area di stabilità e/o allentamento", restituita dalla percentuale delle imprese che si sono viste accordare il finanziamento con un ammontare pari o superiore rispetto a quello richiesto, si abbassa quindi ulteriormente passando dal 58,5% del passato trimestre al 53,9% del primo trimestre dell'anno.
Pubblicato il: 18/04/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud