Logo ImpresaCity.it

Istat, a gennaio prezzi alla produzione +5,1%

A gennaio i prezzi alla produzione dei prodotti industriali sono aumentati del 5,1%, spinti dai rialzi sul mercato interno e dall'energia.

Autore: Redazione ImpresaCity

A gennaio 2011 grande aumento dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali, che registrano un aumento del 5,1% su base annua e dell'1,1% rispetto al mese precedente.
Lo ha reso noto l'Istat, che sottolinea come il dato annuo sia il più alto dal settembre del 2008 e che il rialzo maggiore si registra sul mercato interno (+5,2% tendenziale). Una forte spinta alla crescita arriva dall'energia.
I prodotti venduti sul mercato interno registrano un aumento dell'1,1% rispetto a dicembre 2010 e del 5,2% rispetto a gennaio 2010, mentre al netto del comparto energetico, gli aumenti sono, rispettivamente, pari allo 0,9% e al 4,0%.  
Per quanto riguarda la vendita dei beni sul mercato estero il rialzo è dello 0,6% su base mensile (+0,8% per l'area euro e +0,5% per l'area non euro) e del 4,8% su base annua (+4,9% per l'area euro e +4,5% per l'area non euro).
Nello specifico, se si volge lo sguardo ai principali raggruppamenti di industrie, dai dati emerge che: per i beni di consumo l'incremento annuo è del 2,2% per il mercato interno, dell'1,1% per il mercato estero area euro e dell'1,2% per l'area non euro; per i beni strumentali, rispetto a gennaio 2010 l'aumento è dell'1,5% per l'indice del mercato interno, dell'1,5% per quello del mercato estero area euro e dell'1,4% per l'area non euro; per i beni intermedi la variazione tendenziale è pari al 6,8% per il mercato interno, al 7,3% per il mercato estero area euro e al 6,3% per l'area non euro. L'energia, invece, ha segnato aumenti tendenziali pari al 9,7% per il mercato interno, al 30,4% per il mercato estero area euro e al 32,0% per l'area non euro.
Infine, analizzando i settori d'attività economica, i più elevati tassi di crescita tendenziali dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali venduti sul mercato interno riguarda la fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (+16,5%); un comparto che ha registrato rialzi a doppia cifra anche sul mercato estero (+30,4% per l'area euro e +32,0% per l'area non euro).
Pubblicato il: 04/03/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza