Logo ImpresaCity.it

Auto elettrica, il 74% degli italiani è interessato all'acquisto

Emerge da una survey di Deloitte: tre italiani su quattro sono pronti a passare all'auto elettrica. I consumatori, però, non transigono sulle necessità di autonomia e non sono disposti a pagare di più che per un veicolo tradizionale.

Redazione ImpresaCity

Il 74% degli italiani prende in esame la possibilità di passare all'auto elettrica. Anche se la prudenza, prima di passare all'acquisto, resta alta. E' questo il risultato più significativo del "Global e-Vehicles Survey", l'indagine condotta da Deloitte sulle aspettative degli automobilisti i cui risultati per l'Europa sono stati presentati a Milano durante il convegno "E-car: grande domanda, offerta deguata?" organizzato da Assolombarda e Unindustria in collaborazione con Deloitte.
Lo studio dice che i potenziali "First movers" sono soprattutto i giovani di città, attenti all'ambiente e sono attratti dalle auto elettriche perché convenienti, sicure, alla moda e con un buon "value for money".
La survey Deloitte mette in mostra come la maggior parte degli intervistati consideri i veicoli elettrici migliori rispetto ai tradizionali veicoli a combustione in termini di impatto ambientale e costi grazie anche alla disponibilità di incentivi governativi. Mentre i veicoli a combustione continuano a essere considerati migliori in termini di autonomia, comodità del rifornimento rispetto alla ricarica e di prezzo.
Secondo oltre l'80% degli intervistati, infatti, la comodità di ricarica, l'autonomia e il costo di ricarica sono estremamente o molto importanti per considerare l'acquisto o il noleggio di una vettura elettrica.
Il potenziale cliente ha compreso che la ricarica della batteria è attività "time consuming" ed è disponibile a cambiare le proprie abitudini accettando l'idea di dover aspettare qualche ora rispetto ai 10 minuti per gli attuali carburanti, ma non transige sulle necessità di autonomia.
La grande maggioranza del campione (74%) ha infatti aspettative di autonomia (480 Km) che attualmente il mercato non è in grado di offrire; e questo nonostante solo l'1% degli automobilisti percorra giornalmente più di 320 Km. La vita utile della batteria e i costi connessi al cambio della stessa come alternativa alla ricarica, saranno quindi fattori importanti per il consumatore nella valutazione del "total cost of ownership".
Riguardo ai costi d'acquisto, l'indagine Deloitte mostra che il 57% del campione non è disposto a pagare di più per una vettura elettrica. A questa fetta si aggiunge un 9% disposto a pagare un extra costo fino a 400 euro.
Pubblicato il: 02/03/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud