Logo ImpresaCity.it

Telecom Italia, nel 2010 utile raddoppiato a 3,12 miliardi

Nel 2010, Telecom Italia ha raddoppiato l'utile netto: +97,4%, a 3.121 milioni di euro. Il Cda propone una distribuzione del dividendo in ragione di 5,8 centesimi di euro per le azioni ordinarie e di 6,9 euro cent per le azioni di risparmio.

Autore: Redazione ImpresaCity

Telecom Italia ha reso noti i propri risultati finanziari relativi all'esercizio 2010. La società ha registrato un utile netto consolidato pari a 3.121 milioni di euro, sostanzialmente raddoppiato (+97,4%) rispetto al 2009 (1.581 milioni di euro), anche grazie all'impatto positivo connesso all'acquisizione del controllo della Business Unit Argentina.
ricavi dell'esercizio 2010 ammontano a 27.571 milioni di euro, con un incremento del 2,5% rispetto a 26.894 milioni di euro dell'esercizio 2009 (+677 milioni di euro) grazie al consolidamento, nell'ultimo trimestre del 2010, della Business Unit Argentina (798 milioni di euro) e per l'effetto del cambio Real/Euro della Business Unit Brasile.
L'EBIT è pari a 5.813 milioni di euro, con un incremento di 320 milioni di euro rispetto all'esercizio 2009 (+5,8%), e un'incidenza sui ricavi in aumento di 0,7 punti percentuali (dal 20,4% dell'esercizio 2009 al 21,1% dell'esercizio 2010).
La variazione organica dell'EBIT è positiva per 316 milioni di euro (+5,3%) e l'incidenza sui ricavi è cresciuta al 22,6% nell'esercizio 2010 rispetto al 20,6% dell'esercizio 2009.
Gli investimenti industriali sono stati pari a 4.583 milioni di euro, con un incremento di 40 milioni di euro rispetto all'esercizio 2009.
La società ha proposto una distribuzione del dividendo in ragione di 5,8 centesimi di euro per le azioni ordinarie e di 6,9 euro cent per le azioni di risparmio, con un incremento di circa 160 milioni di euro rispetto allo scorso esercizio.
"Il 2010 – ha commentato l'amministratore delegato Franco Bernabè - è stato un anno di grande trasformazione per Telecom, che ha accresciuto la propria presenza in america latina, ribilanciando così le attività del gruppo rispetto al mercato domestico, migliorato considerevolmente la struttura patrimoniale e realizzato un rilevante recupero di competitività."
"Anche quest'anno – prosegue Bernabè – abbiamo raggiunto il target di Ebitda domestico, pari a 9,8 miliardi di euro, e generato oltre 6 miliardi di operating free cash flow a livello di gruppo".
Pubblicato il: 25/02/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza