Logo ImpresaCity.it

Alcatel-Lucent annuncia le prime soluzioni 10G GPON

Alcatel-Lucent ha presentato alla FTTH Conference di Milano un'importante novità nelle reti di nuova generazione: il primo sistema di soluzioni basate sullo standard 10G GPON, ovvero la tecnologia PON (Passive Optical Network) a 10 Gbit/s nel downstream e a 2,5 Gbit/s nell'upstream.

Autore: Redazione ImpresaCity

Alcatel-Lucent ha annunciato la disponibilità del primo sistema commercialmente disponibile di soluzioni basate sullo standard 10G GPON, ovvero la tecnologia PON (Passive Optical Network) a 10 Gbit/s nel downstream e a 2,5 Gbit/s nell'upstream.
La presentazione è avvenuta nella cornice del palcoscenico milanese della FTTH Conference degli scorsi giorni.
Le prestazioni del nuovo sistema, anche tenendo conto del carattere condiviso della tecnologia PON, sono in grado di offrire un'altissima velocità al livello dell'utente finale.
Queste caratteristiche possono essere quindi la premessa per la diffusione di servizi con alti requisiti di velocità quali per esempio cloud computing e Triple Play, TV / Social networks.
Le nuove generazioni di apparati ISAM (Intelligent Services Access Manager) a 10 Gbit/s, comunica Alcatel-Lucent, offrono un incremento di prestazioni da 4 a 10 volte rispetto alle tecnologie sin qui disponibili e capacità di coesistenza anche con altre tecnologia broadband su rame o fibra, compresi xDSL, VDSL2, GPON, fibra punto a punto ed EPON.
Tale flessibilità si traduce in una grande libertà di scelta per gli operatori che impiegano queste nuove piattaforme e possono valorizzare al meglio gli asset esistenti.
Contemporaneamente, Alcatel-Lucent ha annunciato che recenti studi collocano l'azienda al primo posto nella fornitura di soluzioni di accesso per i servizi di IPTV.
Secondo stime di MRG – Multimedia Research Group, riportate  nell'IPTV Market leader del dicembre 2010, quasi uno su due degli abbonati a servizi di IPTV nel mondo sono collegati ad una linea che utilizza tecnologie Alcatel-Lucent nella rete d'accesso a banda larga. Secondo il rapporto, Alcatel-Lucent ha fornito le piattaforme tecnologiche per 10 dei primi 25 provider di servizi televisivi su piattaforma Internet, che comprendono i prodotti d'accesso IP (ISAM) e una vasta gamma di servizi d'integrazione multimediale. Le tecnologie d'accesso utilizzate sono su rame (xDSL, compreso VDSL2), su fibra punto a multipunto (GPON) e punto a punto.
Nuove realizzazioni, intanto, vedono crescere la base installata di piattaforme e servizi a base GPON. Nel Kazakhstan, l'azienda ha consegnato la prima rete GPON del paese. Con essa l'operatore Kazakhtelecom potrà fornire servizi avanzati a banda larga, quali l'IPTV, video on demand (VoD) e accesso veloce a Internet a cittadini e imprese nell'area della capitale Astana. Oggi, circa un terzo degli utenti mondiali di banda larga fissa è servito da una rete di accesso fornita da Alcatel-Lucent. Alcatel-Lucent è coinvolta inoltre 100 progetti FTTH nel mondo, 85 dei quali con GPON.
Nel sud della Germania, nella regione di Ulm, nel Band Wuerttenberg, Alcatel-Lucent ha invece completato la fornitura di un sistema misto in rame (VDSL2) e fibra (GPON) che permette ad una molteplicità di operatori di sfruttare la medesima rete per fornire una pluralità di servizi. L'operatore di ULM SWU TeleNet, consociata della società pubblica locale, ha avviato la realizzazione della rete che porterà servizi fino a 50 Megabit/s nell'area Ulm – Neue Ulm – Talfingen.
Entro la fine del 2013, 12 mila abitazioni saranno collegate alla nuova rete ad alta velocità. La trasparente integrazione con le infrastrutture VDSL2 esistenti, l'apertura della rete anche verso altri operatori in futuro sono la premessa per un più veloce ritorno dell'investimento, riducendo i costi e allargando la base potenziale d'utenza. Per questa realizzazione, Alcatel-Lucent ha fornito il sistema 7342 ISAM FTTU (Intelligent Services Access Manager Fiber-to-the-User), basato su GPON, il relativo sistema di gestione 5520 AMS  (Access Management System) e una serie di terminali ONT indoor e MDU (optical network terminal e unità multiresidenziale).
Pubblicato il: 15/02/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza