Logo ImpresaCity.it

Jeff Bezos, Amazon.it è stato un buon investimento

A distanza di alcuni mesi dal lancio di Amazon Italia, Jeff Bezos, CEO del gigante dell'e-commerce, traccia un primo bilancio. Il futuro promette assi bene e ci saranno ampi margini di crescita per il commercio elettronico.

Autore: Redazione ImpresaCity

Jeff Bezos, fondatore e CEO di Amazon, il più grande sito di e-commerce del web, è passato per l'Italia per controllare come si sta evolvendo il mercato nel nostro Paese a distanza di alcuni mesi dall'apertura di Amazon.it.
Intervistato dal quotidiano torinese "La Stampa", il manager statunitense ha tirato un primo bilancio, rilasciando alcune interessanti dichiarazioni.
La prima considerazione è inerente al futuro mercato dei dispositivi mobile e alle opportunità che lo stesso potrebbe dare in ottica e-commerce. "Il mercato sui dispositivi mobili è un'opportunità enorme che ci sforziamo di offrire con la stessa esperienza del computer di casa: ad esempio, basta inquadrare il codice a barre di un oggetto per sapere quanto costa su Amazon"
Lo stesso Bezos ha assicurato che anche su Amazon.it verrà attivata la possibilità di scaricare a pagamento MP3 e film. Un po' come avviene già in altre parti del mondo.
Stesso discorso varrà anche per Kindle, l'e-book reader di Amazon che sta andando a gonfie vele: nell'ultimo anno avrebbe venduto ben 8 milioni di unità. Infatti Bezos continua affermando che: "nella mia idea, Kindle offrirà ogni libro che sia stato stampato, in commercio o fuori catalogo, in tutte le lingue, in ogni momento".
Altro argomento trattato nell'intervista riguarda appunto il mercato di Kindle e del suo più acerrimo concorrente IPad di Apple. A questo proposito il CEO di Amazon ha le idee chiare:"l'apparecchio deve scomparire", perché per Amazon è di primaria importanza "il testo".
Ritornando alla situazione italiana, Bezos si sente sicuro dell'investimento fatto, in quanto considera il mercato italiano come "allineato con la media europea".
Pubblicato il: 03/02/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza