Logo ImpresaCity.it

Huawei cita in giudizio Motorola per violazione della proprietà intellettuale

Huawei ha citato in giudizio Motorola per aver trasmesso in modo illegale la proprietà intellettuale di Huawei a Nokia Siemens Networks.

Redazione ImpresaCity

Huawei ha chiesto a un tribunale federale di prima istanza americano di impedire a Motorola il trasferimento illegale della proprietà intellettuale di Huawei a Nokia Siemens Networks. Huawei ha intrapreso questa azione legale poichè NSN cerca di completare l'acquisizione da 1,2 miliardi di dollari del business wireless network di Motorola.
Dal 2000 Huawei e Motorola hanno collaborato nella produzione e commercializzazione di dispositivi nei settori radio access network e core network, e Motorola ha venduto con il proprio brand i prodotti wireless network costruiti da Huawei. Nel corso di questa collaborazione, a Motorola sono stati forniti prodotti e la proprietà intellettuale confidenziale di Huawei, grazie al lavoro di un team composto da più di 10.000 ingegneri.
Dall'annuncio della decisione ad opera di NSN di acquistare il business delle reti wireless di Motorola, nel luglio 2010, Huawei ha lavorato per assicurarsi che Motorola non trasferisse informazioni confidenziali a NSN. Nonostante ciò, Motorola non ha dato alcuna certezza che impedirà la divulgazione di tali informazioni a NSN. Se la proprietà commerciale e le informazioni fossero trasferite a una terza parte, Huawei soffrirebbe un ingente danno commerciale.
La mancata adozione da parte di Motorola di misure volte ad assicurare che le informazioni proprietarie di Huawei rimangano confidenziali ha spinto l'azienda a richiedere l'appropriata protezione legale dei propri diritti

Il reclamo formale di Huawei può essere consultato cliccando qui.
Pubblicato il: 31/01/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud