Logo ImpresaCity.it

Marcia indietro di Microsoft sulle licenze di Office 2013

Dopo le polemiche scatenate dagli utenti, la casa di Redmond ha deciso di concedere il trasferimento di licenza da un pc all’altro.

Redazione Impresa City

Con un comunicato firmato da Jevon Park, membro del team di sviluppo di Office, Microsoft ha ufficializzato il cambio di posizione sulla trasferibilità delle licenze di Office 2013, dopo i commenti negativi che si sono moltiplicati soprattutto in Rete. “Abbiamo cambiato la licenza retail di Office 2013 – si legge nella nota – per permettere agli utenti di trasferire il software da un computer all’altro, in caso di guasto o cambiamento di modello”. Solo un trasferimento sarà possibile per un periodo di 90 giorni, salvo evidenti problemi tecnici sulla macchina assegnata in un primo momento.
In precedenza, si poteva trasferire la licenza solo se il guasto riguardava una macchina ancora in garanzia. Ora, invece, le condizioni di utilizzo di Office 2013 sono assai più flessibili. Il cambiamento riguarda tutte le versioni del software di produttività individuale, quindi anche quella Enterprise.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 11/03/2013

Tag:

Speciali

speciali

I tanti volti del backup in cloud

speciali

Backup & Storage 2019