Logo ImpresaCity.it

Sistri, rinvio a giugno 2011

Il ministro Prestigiacomo ha deliberato una proroga di 5 mesi sull'entrata in funzione del nuovo sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri). Soddisfatte Confindustria e R.ETE. Imprese Italia.

Redazione ImpresaCity

In arrivo la tanto attesa proroga sul nuovo sistema di gestione dei rifiuti Sistri (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti).
Le richieste di ConfindustriaR.ETE. Imprese Italia (Casartigiani, CNA Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti) sono state ascoltate, e il ministro dell'ambiente Stefania Prestigiacomo ha annunciato un decreto che prorogherà di 5 mesi (fino a giugno 2011) la verifica della funzionalità del Sistri.
Ora manca solo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto per renderlo operativo. E le imprese possono quindi tirare un sospiro di sollievo.
Qualche settimana fa, le associazioni di categoria avevano inviato al ministro una lettera aperta in cui elencavano le problematiche che le aziende incontrano nell'attuazione della normativa: problemi e ritardi nella distribuzione dei dispositivi USB e nell'installazione delle black box, malfunzionamenti dovuti a difetti strutturali nell'hardware e nel software, continui correttivi legislativi e procedurali, occasioni formative insufficienti, carenti ed episodiche.
Ora, la proroga è stata accolta favorevolmente dai due organismi.
La presidente di Confindustria Emma Marcegaglia ha dichiarato di aver preso atto "con soddisfazione della decisione del ministro Prestigiacomo di emanare un decreto per prorogare di cinque mesi il periodo di verifica della funzionalità del Sistri, rinviando di altrettanti mesi la decorrenza delle sanzioni a carico delle imprese ed evitando così un impatto sul sistema produttivo che sarebbe stato insopportabile".
Della stessa opinione i dirigenti di R.ETE. Imprese Italia, che in una nota ufficiale hanno commentato: "l'impegno del Ministro dell'Ambiente – conclude la nota - è una scelta importante per consentire all'intero comparto produttivo di essere messo nelle condizioni di operare in un sistema che sia realmente efficiente, nell'ambito di un quadro regolatorio certo, definito e stabile".
Pubblicato il: 23/12/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud