Logo ImpresaCity.it

PA, presentato progetto per tutelare la green economy

E' stato presentato il progetto per proteggere il mercato verde dalla corruzione e dalla frode.

Autore: Redazione ImpresaCity

Il Sottosegretario di Stato per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Andrea Augello, la Presidente di Transparency Italia Maria Teresa Brassiolo e l'Amministratore delegato di Siemens Industry Giuliano Busetto hanno presentato ieri a Palazzo Vidoni il progetto "Sustainable Procurement - Protecting the green market sector from corruption and fraud".
Una presentazione avvenuta contestualmente alla comunicazione emessa dalla Banca Mondiale a Washington per presentare i 30 progetti selezionati e finanziati nel mondo a valere sul Siemens Integrity Fund: tra questi vi è anche quello presentato oggi, proposto dal "sistema Italia", che ha valorizzato le sinergie già operative tra il  pubblico, il privato e la società civile.
presentato-un-progetto-per-proteggere-la-green-eco-1.jpgTransparency Italia, con la collaborazione istituzionale dell'Autorità nazionale Anticorruzione - Servizio Anticorruzione e Trasparenza del Ministero per la PA  e l'Innovazione, ha prevalso sulle 300 manifestazioni di interesse presentate a livello mondiale, grazie a questo progetto triennale del valore di 600 mila dollari nel settore della "Green Economy", focalizzato su tre linee d'azione:
1. accompagnare la crescita continua dei settori economici della cosiddetta "Green Economy", in particolare nei segmenti delle energie rinnovabili, della mobilità e dell'innovazione tecnologica,
2. mettere a punto e proporre agli enti pubblici un set/pacchetto di strumentazioni normative e procedure ed elaborare meccanismi culturali ed educativi che vedano attive le articolazioni della società civile promuovendo il coinvolgimento di scuole, università e "luoghi di formazione";
3. sviluppare una buona pratica su scala nazionale che serva da punto di riferimento sui mercati globali, durante e dopo la sua conclusione, per la definizione di legal standard internazionali specifici per i settori della Green Economy, sviluppato grazie ad una partnership, che ha valorizzato ilmodello hub&spoke con: RISSC-Centro Ricerche e Studi su Sicurezza e Criminalità, Legambiente, Ecomondo, Pentapolis, Acquisti e sostenibilità, Territoria, Ricerca sistema energetico, Studio Synergia, World Energy Council, STEP.
Valorizzato dopo la soppressione dell'Alto Commissario e con un taglio dei costi del 90%, il partenariato ha già dimostrato in passato di funzionare con successo. In soli due anni il Sistema Italia è stato rappresentato in Croazia (con il paritetico organismo francese in un programma biennale di 900mila euro); nell'iniziativa europea di Transparency in materia di whistleblowing (dipendenti che denunciano illeciti, oggi recepita nel ddl anticorruzione);  in due progetti all'esame della Commissione Europea (uno in Serbia in partnerish con la Slovenia per 1,32 milioni di Euro e uno allargato a Transparency Spagna in materia di Green&Clean market  per un valore di 300mila Euro).
Pubblicato il: 17/12/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza