Logo ImpresaCity.it

Venturi (Confesercenti): riforma fiscale priorità per l'Italia

La riforma fiscale è una priorità per l'Italia: ne è convinto il presidente di Confesercenti Marco Venturi. Intanto, un'indagine Ispo-Confesercenti mostra la crescente insofferenza degli italiani nei confronti di evasori ed elusori fiscali.

Redazione ImpresaCity

Marco Venturi, presidente della Confesercenti, sostiene la necessità di riportare la pressione fiscale dell'Italia all'interno dei confini europei.
"La riforma fiscale è la priorità del nostro paese - ha affermato Venturi - Gli eccessi nazionali, conseguenti allo sconfinamento della spesa pubblica facile, hanno prodotto una degenerazione del prelievo portando lo Stato, le regioni e gli enti locali a rappresentare un socio alla pari di imprese e lavoratori, drenando risorse che potrebbero essere destinate agli investimenti e ai consumi".
E nel frattempo, un'indagine svolta da Ispo per Confesercenti fotografa l'attitudine dei cittadini italiani rispetto al fisco.
Si può notare come il 79% degli italiani bocci evasori ed elusori fiscali, una percentuale che alla fine di maggio era in aumento di 3 punti da febbraio 2010 e che conferma il crescere della condanna nei confronti di chi fa il furbo con il fisco.
Su questo dato incide anche la preoccupazione per la crisi: la percentuale più cospicua è costituita dal 30% dei disoccupati (erano il 28% nel sondaggio precedente) quasi fosse un sentimento di "rivolta" contro una situazione che preclude lavoro e stabilità, a ruota il 5% delle casalinghe ed il 22% dei lavoratori dipendenti con basse qualifiche, e qui gioca un ruolo imporante la paura del futuro, ed ancorail 17% dei pensionati. Tra imprenditori, professionisti e studenti gli indulgenti si attestano fra un 21 ed un 17%.
Sul piano territoriale cresce in modo consistente dal febbraio 2010 il numero di coloro che esprimono pollice "verso" sul fenomeno dell'evasione fiscale al Centro (dal 49% asl 62%) al sud ed isole (dal 46% al 50%). Altalenante come la speranza di uscire dalla crisi il nord-est (dal 51% al 58% poi nuovamente il 51%). Controtendenza il Nord Ovest dove invece la percentuale cala dal 58% al 44%.
Pubblicato il: 17/11/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud