Logo ImpresaCity.it

Il CdA di Enel ha approvato i risultati al 30 settembre 2010

I Ricavi dei primi nove mesi del 2010 ammontano a 52.972 milioni di euro, con un incremento di 7.176 milioni di euro (+15,7%) rispetto al medesimo periodo del 2009.

Redazione ImpresaCity

Il Consiglio di Amministrazione di Enel, presieduto da Piero Gnudi, ha esaminato e approvato il Resoconto intermedio di gestione contenente i risultati del terzo trimestre e dei primi nove mesi del 2010. 
Ecco i principali risultati consolidati dei primi nove mesi del 2010 (milioni di euro):
- Ricavi a 52.972 milioni di euro (45.796 milioni al 30.9.2009,+ 15,7%);  
- Ebitda a  13.265 milioni di euro (12.595 milioni al 30.9.2009,+5,3%);
- Ebit a 8.929 milioni di euro (8.907 milioni al 30.9.2009,+ 0,2%);
- Risultato netto del Gruppo a 3.449 milioni di euro (4.758 milioni al 30.9.2009,-27,5%);
- Utile netto ordinario del Gruppo a 3.449 milioni di euro (3.430 milioni al 30.9.2009,+ 0,6%); 
- Indebitamento finanziario netto a 50.903 milioni di euro (50.870 milioni al 31 dicembre 2009, +0,1%), circa 49.800 milioni di euro al netto degli effetti delle differenze cambio associate all'indebitamento in valuta a medio-lungo termine.
Fulvio Conti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel, ha così commentato i risultati: "I soddisfacenti risultati dei primi nove mesi, e in particolare la significativa crescita delle attività internazionali e di Enel Green Power, ci consentono di prevedere un Margine operativo lordo consolidato per l'intero esercizio 2010 pari a circa 17 miliardi di euro. Inoltre, con le dismissioni realizzate o in corso di completamento, tra cui la recente offerta di azioni di Enel Green Power, l'Indebitamento finanziario netto consolidato dell'Enel si dovrebbe attestare a circa 45 miliardi di euro alla fine dell'anno".
Pubblicato il: 10/11/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud