Logo ImpresaCity.it

Juniper Networks e il futuro della sicurezza informatica

Juniper Networks inaugura il primo Global Threat and Research Center totalmente dedicato alla mobilità sicura. I dati degli studi parlano chiaro, i malware saranno il nemico del futuro.

Redazione ImpresaCity

Una ricerca indica una crescita del 250% del malware tra il 2009 e il 2010, e per fronteggiare tale minaccia Juniper Networks ha annunciato l'apertura del "Juniper Global Threat Center". L'obiettivo è quello di fornire servizi di monitoraggio 24 ore su 24 sulle minacce alla sicurezza mobile per utenti privati e aziende in tutto il mondo.
Situata a Columbus, in Ohio, la struttura è un centro dedicato all'identificazione, alla gestione e alla ricerca delle minacce che mettono a rischio i dispositivi mobili: virus, spyware e altre vulnerabilità che possono colpire informazioni  confidenziali, personali e professionali di un utente.
I dispositivi mobili sono diventati lo strumento più facile e immediato per connettersi alla rete aziendale indipendentemente dal luogo in cui ci si trova. Questo però espone le aziende a rischi quali malware, exploit, perdite e furti, che comportano seri pericoli per le persone che lavorano da remoto.
Una ricerca commissionata da Juniper Networks ha infatti rilevato che quasi l'80% degli utenti nel mondo accede alla rete della propria azienda senza che questa ne sia consapevole e senza autorizzazione, e il 59% si collega ogni giorno.
Anche in ambito consumer la situazione non cambia molto: l'uso di smartphone per l'home banking piuttosto che per la memorizzazione di informazioni personali, mette in serio pericolo i dati che possono finire in mani sbagliate.

juniper-networks-e-il-futuro-della-sicurezza-infor-1.jpg
Nella prima metà del 2011 il Juniper Global Threat Center presenterà lo studio "State of Mobile Security 2010", che darà un quadro sullo stato della sicurezza mobile.
Ecco alcuni dati preliminari dello studio:

- Analisi su applicazioni in ambiente Android capaci di avviare attività pericolose hanno mostrato che un'applicazione su 20 ha richiesto permessi tali da consentire al programma stesso di effettuare una chiamata all'insaputa dell'utente
- Una tra le società Fortune 15 ha scoperto che il 5% (ovvero 25.000) dei suoi dispositivi mobili era infetto da malware
- Il malware ha subito un incremento del 250% dal 2009 al 2010
- Il 61% di tutte le segnalazioni di smartphone infettati è stato causato da spyware capace di monitorare le comunicazioni del dispositivo
- Il 17% di tutte le segnalazioni di dispositivi infettati è stato causato da Trojan SMS che addebitano costi a carico dell'abbonato

La ricerca condotta dal Juniper Global Threat Center riguarda sia il settore pubblico che quello privato, ed è riferita a funzionalità e caratteristiche di prodotti nuovi o già in uso come ad esempio la nuova Suite Junos Pulse Mobile Security.
Obiettivo principale del Juniper Global Threat Center è monitorare e contrastare cinque principali tipologie di minacce e vulnerabilità: malware, attacchi diretti, danneggiamenti fisici, intercettazione delle comunicazioni, exploit e uso illecito di contenuti.
Pubblicato il: 10/11/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud