Logo ImpresaCity.it

Google Apps raddoppia la sicurezza sul cloud

Google ha introdotto una nuova misura di sicurezza per la propria suite di produttività sul cloud, Google Apps: con il doppio login tutti i dati saranno più sicuri.

Andrea Sala

Google ha annunciato una nuova feature di Google Apps che  concorrerà al miglioramento della sicurezza dei dati, per gli utenti della suite di produttività sul cloud in versione Premiere, Education e Government. Ossia negli scenari d'uso dove le informazioni sono di importanza critica.
Sul blog ufficiale, Google motiva la nuova soluzione con la volontà di accrescere la sicurezza del cloud computing, introducendo un doppio controllo al login per sbarrare il passo a eventuali cybercriminali: il primo accesso funzionerà da autenticazione, il secondo da conferma.
google-apps-raddoppia-la-sicurezza-sul-cloud-1.jpg
La novità di BigG arriverà prima per gli account a pagamento di Google Apps ma, in poco tempo, Mountain View intende offrire l'opzione a tutti i Google Account.
Ecco parte del post ufficiale: "Se abilitata dall'amministratore, l'opzione richiede due step di identificazione per il sign in sugli account Google Apps: qualcosa di noto, come una password, e qualcosa che si possiede, come un telefonino. Non è richiesto alcun device o token particolare. Una volta inserita la password, un codice di verifica viene inviato al cellulare via SMS, chiamata vocale o da una applicazione che può essere installata sui terminali Android, BlackBerry o iPhone".
Essere a conoscenza di una password ora non basta, il secondo step di autenticazione rende molto difficile violare i Google Accounts. Gli utenti, inoltre, possono certificare un dispositivo come sicuro, eliminando la necessità futura del doppio login.
Alla seconda edizione di Atmosphere, l'evento annuale che Google dedica all'approfondimento sui temi del cloud computing che si tiene oggi a Parigi, la società ha annunciato inoltre che la propria soluzione per la comunicazione e la collaborazione in modalità web è ora utilizzata da oltre 3 milioni di organizzazioni nel mondo, per un totale di più di 30 milioni di utenti
Infine, sempre nel corso di Atmosphere, Google ha effettuato anche una prima dimostrazione su iPad di capacità di editing di documenti Google Docs. La nuova funzionalità sarà resa disponibile nelle prossime settimane per tutti gli utenti Google Apps e iPad.
Pubblicato il: 22/09/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud