Logo ImpresaCity.it

"Mettiamoci la faccia", aderiscono altre amministrazioni italiane

Crescono le amministrazioni che aderiscono alla sperimentazione del progetto "Mettiamoci la faccia". Ad agosto raccolti 250mila feed-back da parte di altrettanti cittadini-clienti.

Redazione ImpresaCity

Anche ad agosto si è confermato l'interesse delle amministrazioni pubbliche e dei cittadini per "Mettiamoci la faccia", il sistema di rilevazione della customer satisfaction attraverso l'ausilio degli emoticon (le cosiddette 'faccine') promosso dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta.
Mediamente ogni settimana quasi 65 mila clienti hanno infatti espresso il loro giudizio sulla qualità del servizio pubblico erogato, per un totale di 250mila feed-back. Il confronto con lo stesso periodo dell'anno precedente evidenzia un contenimento del fisiologico calo estivo: se nell'agosto 2009 si era registrato un calo superiore al 22% rispetto al mese precedente, quest'anno la diminuzione si è attestata invece intorno al 18%.
Per i servizi di sportello, la partecipazione più alta è stata registrata al Sud e nelle Isole (dove vota quasi un utente su 5) mentre il record di partecipazione è stato raggiunto nelle università, recentemente coinvolte nell'iniziativa, con un tasso di partecipazione del 70% allo sportello e di oltre il 30% sul web.
In termini di gradimento, i risultati continuano a essere largamente positivi: le 'faccine' sorridenti sono infatti largamente prevalenti in tutti i canali (91% per gli sportelli, 77% per il telefono, 78% per il web), sebbene con un lieve calo per i servizi erogati face to face e on line.
Nonostante il periodo estivo, nuove amministrazioni hanno presentato il loro piano di sperimentazione, aderendo così all'iniziativa: l'ATER (Azienda territoriale per l'edilizia residenziale) del Comune di Roma e i Comuni di Bagnara di Romagna, Belsito, Castel d'Aiano, Moglia, Puegnago del Garda, San Raffaele di Cimena e Treppo Grande.
Pubblicato il: 22/09/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud