Logo ImpresaCity.it

Tremonti: nessuna emergenza per l'Italia

Il ministro Tremonti al termine dei lavori dell'Ecofin: "non sarà un autunno di emergenza per l'Italia, si prospetta una fase in cui va rimessa in pista la competitività del paese".

Redazione ImpresaCity

Quello che sta per arrivare "non sarà un autunno di emergenza per l'Italia". Lo ha dichiarato Giulio Tremonti, ministro dell'economia, nel corso della conferenza stampa al termine dei lavori dell'Ecofin. "E' il terzo autunno dalla crisi – ha spiegato il ministro - e noi non pensiamo che sarà di emergenza e di rottura", in quanto "a prescindere da tanti fatti individuali, va riconosciuta la serietà del paese".
Le vicende interne, che hanno portato nell'ultimo periodo a una seria rottura tra il presidente del consiglio Silvio Berlusconi e il presidente della Camera Gianfranco Fini, secondo Tremonti non hanno impensierito i partner europei, e non rischiano di pregiudicare la crescita economica del paese.
L'Italia sta anzi per entrare, secondo il titolare del Tesoro, "in una fase in cui va rimessa in pista la competitività del paese".
Tremonti ha poi commentato con soddisfazione l'ipotesi, presentata da Barroso, di finanziare le grandi opere infrastrutturali utilizzando lo strumento degli Eurobond: "il nostro giudizio è molto positivo – ha affermato il ministro - quello che ha detto Barroso è più o meno nostro copyright dai tempi della presidenza del 2003".
Un accenno anche alla questione della tassazione sulle transazioni finanziarie, un'idea che Tremonti definisce "affascinante sul piano etico, politico e anche tecnico". Tuttavia, ha tenuto a specificare, o la fanno tutti i paesi del G20 oppure diventa una specie di suicidio, torna indietro come un boomerang".
Pubblicato il: 09/09/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud