Logo ImpresaCity.it

Google, un logo per il film "Il Mago di OZ"

Google rende omaggio al 71° anniversario della pellicola "Il Mago di OZ", film, appunto, del 1939 diretto da Victor Fleming, noto anche per la produzione del film "Via col vento", uscito nello stesso anno.

Andrea Sala

Come spesso vediamo, Google spesso rende omaggio a eventi, personalggi, situazioni che in qualche modo hanno cambiato la storia, sono entrate nella memoria o sono ricorrenze che si tramandano da generazioni.
Oggi tocca a un film: Google festeggia con uno specifico logo - o Doodle - il 71° anniversario del capolavoro cinematografico "Il Mago di OZ" in inglese "The Wizard of Oz", pellicola, appunto, del 1939. Il film è stato diretto dal regista e produttore americano, Victor Fleming,  morto nel 1949 e noto anche per la produzione cinematografica di Via col vento, film capolavoro uscito nello stesso anno.
google-un-logo-per-il-film--1.jpg
Il film è ispirato a Il meraviglioso mago di Oz - primo di tredici libri della saga - dello scrittore americano L. Frank Baum e vede una interpretazione straordinaria di una giovanissima Judy Garland nel ruolo della protagonista Dorothy Gale.
Il Mago di OZ ha ricevuto molti riconoscimenti ed è considerato un classico della storia del cinema: la nota canzone Over the Rainbow (musica di Harold Arlen, parole di E.Y. Harburg e interpretata dalla protagonista) è stata successivamente reinterpretata da molti artisti e usata in diversi ambiti.
Ricordiamo che Google da parecchi mesi celebra personaggi illustri ed eventi importanti della storia, dello spettacolo e delle arti. Ne citiamo alcuni che Google ha voluto omaggiare: la  nascita del compositore Pietro Ilyich Tchaikovsky e del grande regista giapponese Akira Kurosawa. O, ancora, il tributo a Giuseppe Verdi o alla Festa della Repubblica del 2 giugno e quella del Primo maggio.
Pubblicato il: 12/08/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud