Logo ImpresaCity.it

Antitrust, IBM indagata dalla UE

La UE ha aperto un'indagine formale contro IBM per sospetto abuso di posizione dominante in due casi. I due episodi riguardano il mercato dei computer mainframe e il settore degli emulatori software e dei servizi.

Redazione ImpresaCity

La Commissione UE ha deciso di dare il via ad un'indagine formale contro IBM per sospetto abuso di posizione dominante in due casi, che riguardano il mercato dei computer mainframe e il settore degli emulatori software e dei servizi.
I "mainframe computer" sono macchine molto potenti che sono utilizzate da diverse grandi società e istituzioni governative per immagazzinare ed elaborare informazioni e dati critici. Si stima che la maggior parte di questo tipo di dati risieda sui computer mainframe.
Nel 2009 circa 8,5 miliardi di Euro a livello mondiale - di cui 3 miliardi nell'area economica europea - sono stati spesi in questo tipo di infrastrutture e nel software e servizi a corredo.
IBM avrebbe commesso delle illegalità in questo settore: a partire dall'hardware fino ai sistemi operativi. La protesta formale è stata sollevata dai vendor T3 e Turbo Hercules, che lamentano di un "blocco" software-hardware da parte di IBM: questa pratica taglia fuori i produttori di emulatori, emulatori che potrebbero consentire l'esecuzione di applicazioni critiche anche su hardware non-IBM.
In più la Commissione ha dei sospetti che la società abbia anche portato avanti pratiche anticompetitive nel mercato dei servizi connessi alla infrastrutture mainframe: in questo senso l'accusa è di aver ritardato o ostacolato ai competitor l'accesso a pezzi di ricambio di cui IBM è il solo fornitore.
Il varo delle indagini non significa che la Commissione sia già in possesso di prove che documentano le illegalità, significa solo che l'autorità europea investigherà a fondo sulla questione.
Pubblicato il: 26/07/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud