Logo ImpresaCity.it

Porto Antico di Genova, arriva la connessione Wi-Fi

Il Comune di Genova, in collaborazione con la società Porto Antico e Telecom Italia, ha predisposto una connessione Wi-Fi che garantisce la navigazione a 640 mega in tutta l'area del Porto Antico.

Autore: Redazione ImpresaCity

Nel Porto Antico di Genova da oggi si naviga anche… su internet. Ha preso infatti il via un progetto del Comune di Genova che offre una connessione Wi-Fi all'interno di tutta l'area del Porto, dal Bigo, ai Magazzini del Cotone, all'Acquario e al piazzale Mandraccio. 
Il progetto, sostenuto dalla società Porto Antico, è supportato dalle tecnologie Telecom Italia, ed è stato presentato ieri mattina alla palazzina San Lorenzo dal sindaco Marta Vincenzi e da Ariel Dello Strologo, presidente di Porto Antico.
Acquistando una Internet Card annuale da 12 Euro o settimanale da 3 Euro, cittadini e turisti avranno la possibilità di navigare su internet a una velocità garantita di 640 mega.
La digitalizzazione della città si estenderà poi ad altri 10 punti di accesso: Brignole, Caricamento, Principe, De Ferrari, Matteotti, Foce, Montano, Sestri e Villa Croce.
"Il Comune ha investito 150 mila Euro per l'intera operazione – ha spiegato il sindaco Vincenzi - per l'Expo l'investimento è di meno di 50mila Euro. Si tratta non soltanto di promozione, ma anche di evoluzione dello stile di vita in direzione delle nuove tecnologie. Il Wi-Fi è di facile accesso per tutti sia con notebook, sia con i telefoni cellulari".
"La copertura Wi-Fi – ha commentato Dello Strologo - rende ancora più accessibile la nostra Area. Si tratta di un'innovazione tecnologica che rientra in un programma di miglioramento della qualità dei servizi offerti a genovesi e turisti che vengono a visitare il Porto Antico. Contemporaneamente va online anche il nuovo sito internet. Cliccando su www.portoantico.it si può accedere a una nutrita serie di informazioni".
Pubblicato il: 29/06/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza