Logo ImpresaCity.it

Successo per l'iPhone 4 mentre AT&T inciampa ancora sulla privacy

Sono oltre 600mila le prenotazioni dell'iPhone 4 ma nel frattempo AT&T colleziona un'altra figuraccia: esposti i dati personali di alcuni utenti.

Andrea Sala

Il primo giorno di preordini per iPhone 4 è andato bene oltre ogni aspettativa: Apple e AT&T si fregano le mani. Si stima oltre 600mila ordini e file di utenti in coda davanti agli Apple Store: i server dei siti web delle due società, infatti, non hanno resistito alla miriade di richieste degli utenti e sono andati in crisdi. Tra i molteplici aneddoti del primo giorno "di vita" commerciale del melafonino, c'è da segnalare anche un brutto episodio che riguarda ancora AT&T.
Il tutto dopo il ben noto pasticcio degli iPad violati dal gruppo di hacker Goatse Security. Sotto accusa ancora i sistemi informatici dell'operatore, accusato di superficialità nel trattamento dei dati personali: alcuni utenti che cercavano di preordinare iPhone 4, infatti, si sono trovati alle informazioni personali di altri, con tanto di numeri di telefono e indirizzi email.
Colpa del enorme traffico web? Colpa dei server sotto assedio? Non si sa, fatto sta che l'episodio non ha fatto altro che amplificare le già numerose polemiche sulla privacy online. Poco conta la precisazione di AT&T: nessun numero di carta di credito o previdenza sociale rivelato. Per fortuna.
Intanto le prenotazioni online sono state sospese e l'apposita pagina non è raggiungibile. Forse non solo per la mole di richieste.
Pubblicato il: 17/06/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud