Logo ImpresaCity.it

Wind, ricavi in crescita nel primo trimestre 2010

Nel primo trimestre 2010, Wind ha registrato ricavi per 1.385 milioni di Euro, in crescita del 1,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Aumentano del 4,9% i ricavi da servizi nel segmento telefonia mobile.

Redazione ImpresaCity

Il consiglio di amministrazione di Wind ha esaminato e approvato il progetto di bilancio del trimestre terminato il 31 marzo 2010.
Nel primo trimestre, Wind ha fatto registrare ricavi totali per 1.385 milioni di Euro, in crescita dell'1,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, grazie soprattutto alla solida crescita, pari al 2,3%, dei ricavi da servizi, che si attestano a 1.335 milioni di Euro.
In particolare, il segmento di telefonia mobile ha visto una crescita del 4,9% dei ricavi da servizi rispetto all'anno precedente. I ricavi da servizi di rete fissa, invece, calano del 2,9% rispetto al primo trimestre 2009.
L'Ebitda nei primi tre mesi del 2010 si attesta a 498 milioni di Euro, in crescita del 2,0% rispetto allo stesso periodo del 2009. Il margine Ebitda ha raggiunto il 35,9%, in crescita di 0,3 punti percentuali.
Nello stesso periodo, il risultato operativo ha fatto registrare una crescita del 20,5% raggiungendo i 254 milioni di Euro rispetto ai 211 milioni di Euro del primo trimestre 2009. 
A causa dei maggiori interessi passivi, relativi all'emissione del bond da 2,7 miliardi di Euro finalizzata nel mese di luglio 2009, e della maggior incidenza delle imposte sul reddito registrate nel periodo, l'utile netto di gruppo è pari nel primo trimestre 2010 a 3 milioni di Euro, rispetto ai 59 milioni di Euro del Q1 2009.
L'indebitamento finanziario netto di Wind al 31 marzo 2010 è pari a 8.411 milioni di Euro, in diminuzione rispetto a 8.541 milioni di Euro registrati il 31 dicembre 2009; il rapporto tra indebitamento netto ed Ebitda è così sceso a 4,0 volte.
Pubblicato il: 13/05/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud