Logo ImpresaCity.it

Cenere Vulcano Islanda, possibili problemi negli scali aeroportuali italiani

La nube vulcanica, provenienete dall'Islanda, è sul Veneto, Emilia Romagna, Toscana e sull'alto Lazio e nel giro di poche ore coprirà tutta l'Italia settentrionale e centrale.

Redazione ImpresaCity

Il limatologo dell'Enea, Vincenzo Ferrara, non ha dubbi: la nube di cenere proveniente dal vulcano islandese torna a far parlare di sé in Italia e, nello specifico "invaderà il Mediterraneo occidentale sino alla Sardegna e alla Corsica, e coprirà, inoltre, anche il Piemonte, la Liguria e gran parte della Lombardia, entro le ore 14 di oggi".
Continuano, quindi, i disagi legati all'attività del vulcano Eyjafjallajokull, che hanno immobilizzato a lungo il traffico aereo e non smette di provocare problemi.
Ferrara ha spiegato: "Poi, entro le ore 20 di oggi la nube di ceneri vulcaniche si estenderà su parte del Veneto, sull'Emilia Romagna, sulla Toscana e sull'alto Lazio e, infine, entro la tarda notte, coprirà tutta l'Italia settentrionale e centrale, escluso il Molise".
Intanto questa mattina l'ente di controllo aereo spagnolo Aena ha comunicato la chiusura di sette aeroporti spagnoli. Chiusi gli scali andalusi di Siviglia e Jerez e quello di Badajoz, nell'Estremadura. Fermi dalle cinque di questa mattina anche 4 aeroporti delle Canarie: due sull'isola di Tenerife, quello sull'isola di Palma e La Gomera.
Secondo l'analisi effettuata, sembra che ciò sia riferito alla parte più bassa della nube (quella inferiore ai 6000-6500 metri di quota), la parte maggiormente in grado di causare rischi per la navigazione aerea.
Ferrara ha inoltre spiegato come la parte ad alta quota della nube, ossia quella al di sopra dei 6000 metri circa, che corrisponde a quella meno problematica per la navigazione aerea "è già arrivata nella Repubblica Ceca e in Polonia e invaderà nella giornata di oggi anche tutti i Paesi baltici, sino a toccare la Finlandia".
Per sapere cosa succederà oggi nel nostro Paese, ecco  i link dei siti degli aeropori del nord per avere la situazione sotto controllo: Aeroporti del garda, Brescia e Verona - Bergamo Orio al Serio - Bologna - Genova - Milano Linate e Malpensa - Torino Caselle.
Infine, per favorire i propri passeggeri Alitalia ha invitaro i propri clientia utilizzare il proprio sistema di controllo voli (vedi qui), per pianificare gli spostamenti. Anche la compagnia irlandese Ryanair ha reso disponibile la procedura di riprenotazione gratuita.

Pubblicato il: 11/05/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud