Logo ImpresaCity.it

Commissione UE, Pil italiano in lenta ripresa

La ripresa italiana "va rafforzandosi lentamente": la Commissione Europea prevede una crescita del Pil pari allo 0,8% quest'anno e all'1,4% il prossimo.

Autore: Irene Canziani

Il Pil italiano crescerà nel 2010 dello 0,8% e nel 2011 dell'1,4%. Lo sostiene la Commissione Europea, che ha recentemente pubblicato il proprio rapporto di primavera.
Secondo l'organismo, in Italia "la ripresa va rafforzandosi lentamente": nell'anno in corso sarà "leggera" e "recupererà un po' di forza nel 2011 largamente in linea con la media Eurozona".
Le stime sono state comunque riviste al ribasso: il Programma di stabilità aggiornato indicava un Pil all'1,1% quest'anno e al 2% il prossimo.
Il rapporto deficit/Pil del nostro paese dovrebbe restare stabile al 5,3% nel 2010 (invariato rispetto al 2009) per poi scendere al 5% nel 2011.
La Commissione prevede che il debito pubblico italiano, dal 115,8% del 2009, si attesti al 118,2% quest'anno e al 118,9% il prossimo (il governo stimava di non superare il 116,9% nel 2010).
L'inflazione è prevista all'1,8% e al 2%, più alta rispetto alla media Eurozona (1,5% nel 2010 e 1,7% nel 2011).
Il tasso di disoccupazione, che nel 2009 era al 7,8%, dovrebbe attestarsi quest'anno sull'8,8% e restare stabile sullo stesso dato nel 2011: si tratta comunque di una situazione migliore rispetto al resto dell'Eurozona, per la quale il dato è previsto al 10,3% nel 2010 e al 10,4% nel 2011.
Secondo l'UE, il governo italiano "ha perseguito una politica di bilancio cauta data la fragilità delle finanze pubbliche in particolare l'alto debito pubblico".
Pubblicato il: 05/05/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud