Logo ImpresaCity.it

HP rilascia nuovi strumenti per il cloud computing

HP offre ai suoi clienti un nuovo portafoglio di servizi per semplificare la gestione degli ambienti cloud e potenziare sicurezza e user experience.

Autore: Redazione ImpresaCity

HP ha introdotto un portafoglio di servizi per l'infrastruttura client ideato per riprogettare gli ambienti client computing al fine di semplificare la gestione, aumentare la sicurezza e potenziare la user experience.
Oggi, chi lavora ha svariate esigenze di computing che riguardano dispositivi, applicazioni, mobilità e necessità di prestazioni. I team tecnologici quindi si trovano a dover fornire servizi in modo efficace ed efficiente a livello dei costi in un ambiente eterogeneo.
Secondo un'indagine indipendente di Forrester Research, "a partire dal 2010 e con intensità crescente nel lungo termine, il ‘desktop aziendale' non sarà più una macchina fisica, ma un'immagine virtuale a cui si potrà accedere dal dispositivo giudicato più idoneo, in un determinato momento in una precisa location. Gli utenti saranno perciò in grado di portare a termine qualunque attività (di lavoro o personale) dal medesimo device e senza compromettere la sicurezza".
Con i prossimi rinnovi dei Pc e dei sistemi operativi, è tempo di ripensare al design dell'architettura client in un'ottica strategica.
Il nuovo portafoglio HP Client Infrastructure Services promette di semplificare la gestione e aumentare la produttività degli utenti, riducendo allo stesso tempo i rischi aziendali.
HP sviluppa una strategia che prevede la segmentazione degli utenti finali, affronta il cambiamento secondo un approccio orientato al ciclo di vita e suggerisce un modello progettuale ibrido che include un mix di Pc sia nuovi sia tradizionali, desktop virtuali, virtualizzazione delle applicazioni e altri elementi.
I nuovi servizi HP Client Strategy forniscono un approccio business value alla strategia relativa all'architettura client e alla progettazione per accelerare la trasformazione e assicurare una business case caratterizzata dal ritorno sull'investimento.
L'offerta HP Client Migration Services promette di velocizzare il passaggio ai nuovi sistemi operativi e assicurare una transizione facile con interruzioni minime.
I nuovi servizi includono:
- End-user Segmentation: garantisce a ciascun utente un'esperienza migliorata, interattiva e personalizzata. HP individua i candidati ideali per i desktop tradizionali o virtuali analizzando i segmenti di utenti per tipologia, scenario di utilizzo, applicazioni ed esigenze di performance.
- Application Rationalization: semplifica la gestione e riduce i costi dell'intero portafoglio di applicazioni, risolve le problematiche di compatibilità e individua le opportunità per le infrastrutture di desktop virtuali e di streaming delle applicazioni.
- Integrated Client Management: velocizza l'implementazione e riduce il tempo dedicato alla gestione continuativa automatizzando la migrazione verso client virtuali o tradizionali, rinnovando i dispositivi e gli aggiornamenti dei software.  
L'offerta HP Client Virtualization Services aiuta i clienti a ottenere più rapidamente i vantaggi della virtualizzazione mediante il ricorso a servizi specifici per le tecnologie client, storage e server di HP, VMware, Citrix.  
Gli aggiornamenti al portafoglio di soluzioni includono HP ProLiant WS460c G6 Workstation Blade, un remote client dedicato che fornisce le prestazioni e la scalabilità necessarie a progetti high-end di visualizzazione in 3D richiesti dalla produzione industriale e dal settore gas-petrolifero. Le nuove capacità grafiche combinate con il potenziamento della memoria di ciascun blade massimizzano l'esperienza d'uso.  
Gestione semplificata dei thin client HP:
HP TeemTalk 7.2 - Gli utenti finali eliminano i keystroke superflui e possono automatizzare facilmente le attività complesse con funzionalità avanzate, come i tasti e le barre programmabili e il re-mapping della tastiera.
- HP Device Manager (HPDM) - l'implementazione accelerata e gli aggiornamenti attraverso operazioni silenziose di installazione, automazione, backup e recovery, riducono notevolmente il tempo dedicato dagli amministratori al roll-out e alla configurazione di grandi deployment per gli accessi da console e uffici remoti. Il network offre inoltre la flessibilità necessaria per individuare nuovi thin client da gestire facilmente.
Pubblicato il: 20/04/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud