Logo ImpresaCity.it

NetApp raggiunge i 150.000 sistemi di storage unificato installati

NetApp ottiene l'importante traguardo a otto anni dal lancio del primo sistema di storage unificato.

Autore: Redazione ImpresaCity

A otto anni di distanza dall'introduzione del primo sistema storage unificato, NetApp ha raggiunto l' importante traguardo dei 150.000 sistemi installati.
Il 1 ottobre 2002, NetApp lanciò ufficialmente il suo sistema di archiviazione ibrido che ha permesso un approccio differente alla convergenza NAS e SAN.
La serie FAS900, oltre le tradizionali funzionalità di file-serving, integra anche le funzionalità di storage a blocchi in ambiente Fibre Channel.
Secondo una ricerca condotta da Enterprise Strategy Group (ESG), lo storage unificato sta diventando sempre più comune.
"Più dei due terzi delle organizzazioni intervistate stanno implementando o valutano di implementare un'infrastruttura di storage unificato che consolidi i sistemi NAS e SAN," ha detto Terri McClure, senior analyst di ESG. "Migliorando la mobilità e la condivisione dei dati tra le risorse e gli utenti e rendendola efficace e semplice, lo storage unificato è in grado di fornire benefici sia a livello di IT che di business in qualsiasi ambiente e può anche fungere da perfetto back-end ai data center odierni, dinamici e sempre più virtualizzati".
La tendenza verso il consolidamento e la virtualizzazione dei server sta trasformando il modo in cui i data center vengono progettati, costruiti e gestiti. L'archiviazione e la gestione dei dati sono elementi chiave di questa trasformazione, perché una virtualizzazione di successo dipende da una infrastruttura di storage di rete in grado di eliminare i "silos di storage" associati alle varie applicazioni.
Questo spostamento verso un'infrastruttura condivisa aumenta l'importanza dello storage unificato e consente fra l'altro ai clienti di raggiungere tassi di efficienza dello storage dell'85-100%, migliorando la flessibilità, aumentando la scalabilità, limitando i consumi e il raffreddamento.
Ciò è dimostrato dal fatto che quasi il 75% di tutte le virtualizzazioni realizzate con soluzioni NetApp è basato su un sistema di storage unificato, una componente critica nel passaggio ad una infrastruttura condivisa. 

Pubblicato il: 01/04/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud