Logo ImpresaCity.it

Microsoft con Courier vuole sfidare l'iPad

Dopo le prime anticipazioni sono comparse in rete altre informazioni sul Microsoft Courier. Il dispositivo, in diretta concorrenza con l'iPad, è un tablet richiudibile molto più piccolo del prodotto Apple ma con dotazione hardware di tutto rispetto.

Andrea Sala

Microsoft risponde ad Apple, e lo fa con un tablet richiudibile chiamato Courier.  La notizia era già circolata lo scorso autunno ma solo recentemente si è arricchita di foto, video e alcuni dettagli interessanti. Il prodotto di Redmond si configura come un "giornale digitale" ultraportatile, molto più piccolo e leggero dell'iPad: Microsoft punta quindi sulla mobilità. Le dimensioni avvalorano tale ipotesi: il Courier dovrebbe pesare solo 500 gr per uno spessore di circa 2,5 cm e ingombro, da chiuso, poco oltre i 13x18 cm.



A livello di componenti il dispositivo dovrebbe essere basato su SoC Nvidia Tegra 2, che farà girare una versione custom di Windows CE: si tratta di un Os con alcune caratteristiche prese in prestito dagli Zune HD e dai più recenti smartphone Windows-based. Non è chiaro se i due schermi touch necessiteranno di una stilo o si potrà premere sui tasti direttamente con le dita.
Sono note invece le vari possibilità d'uso: il Courier funzionerà come e-book reader, agenda e organizer, senza dimenticare il Web e i contenuti personali. L'utente tipo del dispositivo sarà quindi chi svolge la maggior parte delle proprie "attività digitali" in movimento. Non mancheranno anche una webcam integrata e un'uscita cuffie.
La notizia, anche se non confermata, è comunque interessante. È lecito infatti pensare che Microsoft stia approntando delle strategie per aggredire mercati vecchi e nuovi, come potrebbe essere quello dei tablet Pc. Alcuni rumors riportati da Engadget parlano di una presentazione ufficiale già entro fine 2010.




Pubblicato il: 10/03/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud