Logo ImpresaCity.it

Banda larga, atteso l'ok del Cipe per un nuovo stanziamento

Il Cipe si appresta a dare il via libera al primo stanziamento di 400 milioni di Euro per la diffusione della banda larga nel nostro paese. Intanto la Commissione Europea avvia una consultazione per stabilire un piano di sviluppo comunitario per la digitalizzazione.

Autore: Irene Canziani

A breve il Comitato interministeriale per la programmazione economica, Cipe, concederà il via libera ad uno stanziamento di 400 milioni di Euro per la diffusione della banda larga in Italia.
A dirlo è Renzo Turatto, capo del dipartimento per la digitalizzazione e l'innovazione della Presidenza del Consiglio, a margine di un convegno su innovazione e sviluppo tenutosi a Milano.
I fondi previsti dal piano Romani per il superamento del digital divide nel nostro paese, che ammontano complessivamente a 800 milioni di Euro, erano stati bloccati dallo stesso Cipe l'anno scorso per motivazioni legate alla crisi economica.  
Il progetto si pone l'obiettivo di garantire una connessione da 2 MB per tutti i cittadini italiani.
La prima tranche da 400 milioni dovrebbe essere finalmente "scongelata": "l'argomento è in agenda per il prossimo Cipe, è una delle priorità del Cipe" ha dichiarato Turatto.
L'intervento del governo andrà in due direzioni parallele: da una parte la definizione di regolamentazioni e normative, dall'altra operazioni di creazione e rinforzo dell'infrastruttura.
Intanto, anche l'Europa si dimostra sensibile alla questione della banda larga: la Commissione UE ha da poco avviato una consultazione per stabilire un piano di sviluppo comunitario per la digitalizzazione.
Secondo i progetti, entro la fine del 2010 saranno proposte le linee guida a cui poi i singoli governi dovranno adattarsi da un punto di vista normativo: l'obiettivo è quello di "garantire che tutti i cittadini della UE abbiano accesso ai servizi di comunicazione essenziali, come internet veloce data la rapida evoluzione dei mercati e della tecnologia" – spiega Neelie Kroes, commissario europeo per la digital agenda - "dobbiamo fare in modo che nessuno sia escluso dalla società digitale".
Pubblicato il: 09/03/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza