Logo ImpresaCity.it

Fastweb Telecom: i Pm chiedono il rinvio del commissariamento

Il procuratore aggiunto di Roma Giancarlo Capaldo e i pubblici ministeri titolari dell'indagine su Fastweb e Telecom Italia Sparkle chiedono al Gip di poter disporre di un tempo più lungo per esaminare la documentazione fornita dalle due società.

Autore: Redazione ImpresaCity

La Procura di Roma ha chiesto al Giudice per le indagini preliminari Aldo Morgigni un rinvio sull'ipotesi di commissariamento di FastwebTelecom Italia Sparkle, aziende coinvolte nell'inchiesta sul maxi-riciclaggio.
La richiesta del procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e dei pubblici ministeri titolari dell'indagine, in particolare, è di poter avere una settimana-dieci giorni in più per potere esaminare la documentazione fornita dalle due società.
Tale documentazione è volta a dimostrare la messa in atto di misure organizzative idonee a prevenire la commissione di reati da parte degli amministratori e dei dipendenti.
Nell'ambito dell'inchiesta, il Cda di Sparkle ha poi fatto presente come tutti gli ex manager coinvolti siano stati sospesi o allontanati dall'azienda.
Fastweb, dal canto suo, ha proposto di incaricare un commissario speciale di curare la gestione operativa e la funzione di controllo della divisione "Whole sale" per nove mesi. 
La decisione del Gip in merito alla richiesta è attesa entro oggi.
Intanto, l'ex ad di Fastweb Silvio Scaglia resta agli arresti nel carcere di Rebibbia, dicendosi certo che la sia detenzione sarà breve: "mi auguro di uscire al più presto, per il mio profilo giudiziario io qua non avrei dovuto metterci piede" ha affermato il manager.
Pubblicato il: 07/03/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud