Logo ImpresaCity.it

Il Ministero PA "sposa" Bing: intesa con Microsoft

Il Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione ha siglato un protocollo d'intesa con Microsoft, con l'obiettivo di rendere più efficienti ed accessibili i servizi online. Il motore di ricerca Bing permetterà un'immediata interazione con i siti della PA.

Redazione ImpresaCity

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta e il Senior Chairman di Microsoft EMEA e Vice President di Microsoft Corporation Umberto Paolucci hanno siglato un protocollo d'intesa per promuovere azioni comuni volte alla diffusione dell'utilizzo di tecnologie ICT.
L'accordo, in particolare, fa riferimento ai servizi e agli strumenti di search e retrival per i servizi web della Pubblica Amministrazione rivolti al cittadino.
La firma del protocollo segue di pochi giorni l'ufficializzazione di un'analoga partnership con Google
Anche in questo caso, l'obiettivo è quello di rendere più efficaci le interazioni dei cittadini con la Pubblica Amministrazione, permettendo una maggiore efficienza dei servizi gestiti online attraverso l'automazione e la digitalizzazione.
D'ora in poi, i milioni di utenti che ogni giorno utilizzano il motore di ricerca Bing di Microsoft saranno facilitati nel reperire in modo immediato e semplice gli indirizzi internet dei siti ufficiali del Governo e delle altre istituzioni nazionali.
Microsoft Italia si è inoltre resa disponibile a condividere con il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, grazie alle esperienze e alle competenze maturate, i casi di successo a livello nazionale e internazionale in materia di ricerca dei servizi online, nei limiti e nel rispetto degli accordi di riservatezza ai quali tutte tali informazioni sono soggette.
Il Ministero ha tenuto a precisare che il protocollo d'intesa non comporterà alcun onere a carico del bilancio dello Stato e tutte le attività che verranno poste in essere nell'ambito dello stesso saranno realizzate a carico di Microsoft.
Pubblicato il: 26/02/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud