Logo ImpresaCity.it

Adobe, le imprese guardano con interesse ai new media

Da una ricerca Bocconi, promossa da Adobe, emerge che nelle imprese sta crescendo la consapevolezza dell'importanza dell'utilizzo dei new media nella loro attività.

Santina Buscemi

C'è un crescente interesse da parte delle imprese verso un maggiore utilizzo delle nuove tecnologie e le nuove forme di comunicazione, per veicolare i messaggi e raggiungere gli utenti. In che modo?
Una risposta viene dallo studio realizzato dall'Università Bocconi e patrocinato da Adobe, presentato nei giorni scorsi a Milano, che ha evidenziato e approfondito l'approccio delle aziende all'attività di comunicazione.
L'espansione e la sempre maggiore rilevanza di nuovi media, web in prima fila, e nuove forme di comunicazione (blog e social network), pongono una società davanti a diverse problematiche inerenti le modalità più efficaci di entrare in contatto con i clienti. La ricerca è stata condotta su un campione di 287 imprese, appartenenti a diversi settori, esclusi quelli direttamente presenti nel campo dell'entertainment e della comunicazione. 
Il 75% delle società investe direttamente sul web, ma la rete è considerata importante sia per chi già attualmente sta investendo in questo settore, sia per chi è più legato ai medium tradizionali: anche a loro avviso è evidente la continua espansione dell'importanza di internet.
Altra rilevanza evidenziata dalla ricerca è la consapevolezza della mutabilità dei contenuti: oggi è dato come certo che gli utenti non fruiscono passivamente delle informazioni, ma le fanno proprie, condividendole e diventando attori del processo comunicativo. Connesso a ciò le aziende devono tener conto della liquidità dei contenuti, capaci di mutare format e adeguarsi a canali differenti.
In questo senso il video è sempre maggiormente utilizzato, perché garantisce la possibilità di essere condiviso e collima con l'autonomia del cliente.
Di fronte a questi evidenze emerge che le società devono assumere modus operandi da editori, perché si trovano dinanzi a problemi simili, su come creare, diffondere e archiviare contenuti, per far conoscere i propri prodotti e creare interesse nell'utente, sia per quel che concerne la parte promozionale, che per quella informativa.
Pubblicato il: 29/01/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud