Logo ImpresaCity.it

Progress Software, previsioni per l'informatica del 2010

John Bates, CTO dell'azienda ritiene che l'innovazione spinta dalle pressioni recessive sui costi cambierà in meglio l'informatica. Cinque i principali trend da tenere sott'occhio.

Redazione ImpresaCity

Da evoluzione a silenziosa rivoluzione: è ciò che prevede per l'IT nel corso del 2010 Progress Software, fornitore di soluzioni software in grado di consentire alle aziende di reagire agli eventi.
Un passaggio da una lenta evoluzione a una silenziosa rivoluzione.
Ai Cio che intendono cavalcare questa rivoluzione Progress Software suggerisce di innovare a ogni occasione, osservando le tendenze del mercato consumer e ascoltando le idee provenienti dal mercato.
Sono cinque le tendenze tecnologiche segnalate da Progress Software da osservare con attenzione nel corso dell'anno:
- La visibilità in tempo reale e il controllo del business. Le aziende non possono permettersi di perdere soldi e clienti  a causa della lentezza di notifica dei problemi in fase di consegna. Da una ricerca Progress Software risulta che nel 2009 il 67% delle aziende viene a conoscenza dei problemi di business, solo nel momento in cui vengono segnalati dai clienti. L'80% delle aziende ha eventi business-critical che devono essere monitorati in tempo reale. 
-  L'informatica "event-driven" accelererà. L'It guidata dagli eventi, sulla spinta di esigenze di business, influenzerà il modo con cui vengono sviluppate e utilizzate le applicazioni all'interno dell'azienda. Le architetture saranno sempre più costruite sulla base degli eventi e questo comporterà il sorgere di un numero crescente di eventi interni all'azienda, ma anche di eventi esterni provenienti da partner e clienti. 
- Il cloud computing diventa un praadigma sempre più importante.  La sua adozione sarà più veloce di quanto previsto dagli analisti, vista l'evidente riduzione dei costi evidente. E' un pradigma che inciderà sia sul mercato dei software tradizionali sia su quello open source. Sarà quindi la soluzione stessa e la sua distribuzione ad avere maggior rilevanza e non tanto chi l'ha sviluppata e cosa vi è stato implementato sopra.  
-  Il mobile computing è il pricipale driver per l'innovazione.  L'informatica si diffonderà ovunque, dato che le persone si aspettano ormai di interagire con il Web nei modi più vantaggiosi. Uno dei driver cruciali sarà rappresentato dal bisogno di risparmiare energia e dal concetto di 'smart grid'.  
- I CIO saranno dovranno giustificare gli investimenti IT. Queste figure alinternod ell'azienda dovranno dimostrare innovazione in un rapido ritorno sugli investimenti, nella rilevanza del business e nell'importanza strategica dell'IT, così da poter approvare dei fondi per i progetti.
Come ha sottolineato John Bates, Chief Technology Officer e Head of Corporate Development di Progress Software: "Quelli che potrebbero sembrare piccoli cambiamenti nell'IT - modifiche al nostro approccio nella gestione delle informazioni, maggiore innovazione nella mobilità e una più elevata adozione del cloud – contribuiranno ad aprire nuove frontiere. L'esigenza di lavorare in maniera efficace e di ridurre i consumi energetici, sia in casa che in azienda, si tradurrà nel 2010 in una situazione generale di maggiore innovazione rispetto a quella più contenuta del 2009. Lo stretto rapporto tra aziende e tendenze dei consumatori porterà a una rivoluzione informatica, dove l'innovazione sarà la chiave del successo."
Pubblicato il: 25/01/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud